Londra, accoltella diverse persone in strada. Polizia lo abbatte

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:17

Ancora incerte cause e reale dinamica dei fatti

 

La polizia londinese ha ufficialmente annunciato di aver “abbattuto” un uomo armato con diversi coltelli annunciando, tra l’altro che ci sarebbero alcune persone ferite dall’uomo. Tutto questo è accaduto in zona London Bridge.

Secondo un giornalista della Bbc, in zona in quel momento, al momento della sparatoria sul ponte si è verificata una rissa, come confermano delle immagini scaturite da alcuni tweet. “Da quello che ho potuto vedere – spiega il giornalista – diverse persone hanno cercato di bloccare un uomo, poi è arrivata la polizia e gli ha sparato”.

Il cronista si è poi detto certo di aver udito altri spari, raccontando poi dell’arrivo di moltissimi poliziotti e della chiusura del traffico messa in atto nella parte nord del ponte.

La dinamica fa chiaramente pensare ad un attentato, ma al momento Scotland Yard non conferma se si stratti di un episodio di matrice terroristica. Lo stesso London Bridge, nel 2017 era stato lo scenario di un terribile attentato che vide un fugone lanciato sulla folla e successivamente un assalto a coltellate. In quel caso i morti furono sei, mentre decine furono le persone farite, quel giorno, gli assalitori erano tre.

Leggi anche – > Londra, due italiani condannati per stupro

Guarda qui – > Bimbo di sei anni vola dalla piattaforma panoramica

Le versioni al momento contrastano e ci sarebberodei dubbi anche sull’avvenuta uccisione dell’uomo armato di coltelli.

La memoria come già accennato non può che rimandare ai fatti del 2017, quando i tre attentatori, una volta completato il tragico colpo, presero a fuggire armati di lunghi coltelli da cucina , con avvinghiate al corpo cinture esplosive, rivelatesi poi false. “Questo è per Allah”, gridavano quegli uomini, nella fuga verso Borough Market. I tre, scappando dalla polizia non mancarono di accoltellare altri passanti prima che la reazione defintiva delle forze dell’ordine non mettesse la parola fine alla loro tragica esperienza, i tre morirono, lasciando la città nel dolore e nel terrore.

Il primo ministro Boris Johnson ha scritto su Twitter di essere tato aggiornato sull’incidente al London Bridge, ed ha ringraziato la polizia e tutte le unità di emergenza per la loro risposta immediata.
Si attendono ulteriori sviluppi per chiarire al meglio come sono andati realmente i fatti e quali sarebbero le ragioni, se di ragioni si può parlare che avrebbero spinto l’uomo armato di coltelli ad agire in quel modo. La polizia è al lavoro nel clima pesante, al momento, della città londinese.