“Luca Sacchi coinvolto da Anastasya, ecco perchè è morto”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:02

L’ultima svolta sull’omicidio del 24enne personal trainer. Cinque le misure cautelari: ci sono anche la fidanzata della vittima, Anastasya, e il suo amico Princi. Gli inquirenti si avvicinano alla verità con ricostruzioni dettagliate

Da alcuni giorni gli inquirenti avevano messo insieme tasselli per giungere alla verità sull’omicidio Sacchi. Fino alla svolta, certificata da una carta segreta. La squadra mobile di Roma da qualche tempo teneva sotto controllo il cellulare di un piccolo boss del traffico di droga a Roma, Marcello De Propris di San Basilio.

Leggi anche >> “Luca Sacchi è morto senza sapere perchè”. Le bugie di Anastasya

Quest’ultimo risulta essere la figura chiave del delitto di Luca Sacchi. È a lui che si rivolge a più riprese quella sera del 23 ottobre Valerio Del Grosso, il ragazzo che poi ucciderà Sacchi. Prima per avere una partita di marijuana, del valore di 70mila euro. De Propris la fornisce, Del Grosso e il suo amico Pirino devono portarla, Anastasya e Princi la aspettano davanti al pub John Cabot. Del Grosso e Pirino vanno a verificare che gli acquirenti abbiano davvero i soldi necessari per comprare quei 15 chili di droga. Un quadro ricostruito in maniera certosina dagli inquirenti, che inchiodano anche chi, come Anastasya, sembrava meno coinvolta nella vicenda.

La registrazione telefonica: Del Grosso perde la testa

Secondo la Mobile, Princi, ex compagno di scuola di Sacchi, attende i due insieme a Anastasia, che mostra nello zainetto i soldi. Del Grosso telefona a De Propris meditando il colpo: prendere i soldi senza consegnare la merce con l’ausilio di una pistola. “Marcello – si sente nella registrazione in mano agli inquirenti – ho visto tutti quei soldi e ho avuto un’idea, prestami la pistola di tuo padre, gli prendo tutto e non gli do la roba”.

Leggi anche >> I cani sanno riconoscere le persone cattive? Uno studio lo dimostra

De Propris dà il via libera. I due ragazzi vanno a prendere l’arma, e tornano davanti al pub. Prendono alle spalle Anastasia, presente con Luca Sacchi per la consegna. Pirino colpisce Anastasia con la mazza da baseball per scipparle lo zaino. Ma Luca riesce a bloccarlo e lo mette a terra. Del Grosso, a questo punto, perde la testa e gli spara.