Home Cronaca Niente carcere, Fabrizio Corona in istituto per disturbi della personalità

Niente carcere, Fabrizio Corona in istituto per disturbi della personalità

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:33
CONDIVIDI

Fabrizio Corona è uscito dal carcere, terminerà di scontare la pena in un istituto di cura. Riscontrati disturbi della personalità.

fabrizio corona carcere
Fabrizio Corona

Ore frenetiche per Fabrizio Corona. L’ex re dei paparazzi è è infatti uscito dal carcere di San Vittore, nel quale era rinchiuso per scontare una pena di 9 anni e 8 mesi. Il giudice di Sorveglianza di Milano ha infatti deciso che Corona dovrà scontare il resto della pena in un istituto di cura. Una scelta definita “umanitaria”

Leggi anche —> Fabrizio Corona esce dal carcere: “Crisi psichiatriche gravi e continue, i farmaci non bastano”

Fabrizio Corona esce dal carcere. Dovrà scontare il resto della pena in un istituto di cura

fabrizio corona istituto
Fabrizio Corona

Per Fabrizio Corona è stato infatti stabilito un “differimento della pena da eseguire in detenzione domiciliare umanitaria“. Sarà quindi trasferito in un istituto dal quale non potrà allontanarsi in quanto è il luogo nel quale proseguirà a scontare la sua pena durante le cure.

Corona è stato in carcere 5 anni e 5 mesi (su 9 anni e 8 mesi totali, ndr) ed era stato ammesso a misure alternative. Questo finché nel marzo 2019 il beneficio gli era stato revocato a causa di una serie di violazioni, alcune delle quali durante le sue presenze in tv.

Leggi anche —> Conoscete il fratello di Fabrizio Corona? Sono diversissimi [FOTO]

I medici hanno riscontrato disturbi della personalità

Fabrizio Corona

Ciò che ha cambiato lo status di Corona è stata la relazione psichiatrica presentata dall’équipe di San Vittore. I medici hanno segnalato il patologico progredire di disturbi della personalità borderline, associati a tendenze narcisistiche e a episodi depressivi. Inoltre, riferisce l’ANSA, sembra che Corona non regga più il carcere: pare, infatti, abbia già dimostrato di essere reticente alle terapie farmacologiche.