Le Iene tornano all’attacco e mostrano una nuova prova: “Conte ha mentito”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:29

Continua la querelle a distanza tra le Iene e il premier Conte. E spunta un nuovo documento esclusivo sulla vicenda Alpa.

conte smentito dalle iene
Il premier Conte e la Iena

Antonino Monteleone e Marco Occhipinti tornano sulla vicenda del concorso universitario che nel 2002 ha nominato Giuseppe Conte professore ordinario di diritto privato, subito dopo una causa civile nella quale lui e il suo esaminatore, Guido Alpa, hanno lavorato insieme. Il professore che l’ha giudicato e promosso al concorso sarebbe stato dunque incompatibile.

LEGGI ANCHE>>>Le Iene: le intercettazioni che imbarazzano l’antimafia di Palermo

Solo qualche giorno fa, nel corso di una conferenza stampa a palazzo Chigi, il presidente del Consiglio aveva attaccato la Iena Monteleone: “Lei dice menzogne, non ho lavorato gratis per Alpa”. Ma Antonino Monteleone e Marco Occhipinti hanno mostrato un nuovo documento esclusivo che dimostrerebbe che il presidente del Consiglio non ha detto la verità sul suo rapporto professionale con il professor Guido Alpa.

conte smentito dalle iene

Le Iene inchiodano Conte. Nonostante le smentite spunta la parcella per le prestazioni rese insieme ad Alpa

E c’è anche la firma del premier. Il sito web de “Le Iene”, con Antonino Monteleone e Marco Occhipinti, torna sul caso del concorso universitario del 2002 che ha promosso Giuseppe Conte professore ordinario di diritto privato e pubblica “due nuovi documenti che smentirebbero la versione del premier e confermerebbero l’incompatibilità” di Guido Alpa, suo commissario d’esame, a giudicarlo.

LEGGI ANCHE>>>Governo, incontro Conte-sindacati: “Rilanciare gli investimenti”

 

Il documento elenca nel dettaglio le voci delle prestazioni per le quali è stato richiesto il pagamento – sottolineano Le Iene – c’è la partecipazione alle udienze dal valore di 416 euro, la precisazione conclusioni, stimata 103 euro, l’assistenza all’udienza conteggiata per 2.160 euro e la discussione in pubblica udienza valutata 1.392,50. Oltre che tante altre voci, che tutte insieme sembrano essere il totale delle prestazioni fornite al cliente dai due avvocati. Non a caso l’elenco delle competenze si trova su una carta intestata a nome di Alpa e Conte ed è firmata da entrambi». L’altro documento è la parcella poi emessa da Guido Alpa, importante come prova, perché consente di notare come il totale fatturato da Alpa corrisponda con il totale delle voci delle prestazioni indicate nel progetto di parcella firmato da Alpa e Conte.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui