Commissariamento Popolare di Bari, Bellanova: “Italia Viva c’è, ma nessuno ci ha avvisato”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:27

La ministra Teresa Bellanova si esprime in merito al commissariamento della Banca e allo stop del decreto: “Siamo stati avvisati mezzʼora prima del Cdm. Votare a scatola chiusa un decreto così importante è ingiusto e pericoloso”.

Popolare di Bari

Rinviato ufficialmente il decreto per il salvataggio della Popolare di Bari, finito sul tavolo del Consiglio dei ministri concluso ieri in tarda serata. Assenti alla riunione, però, sia il Movimento 5 Stelle che Italia Viva di Renzi, che stando alle recenti dichiarazioni non sarebbero stati avvisati per tempo del Cdm.

Leggi anche: Popolare di Bari, stop da 5Stelle e Italia Viva: “Pericoloso votare decreto a scatola chiusa”
Guarda qui: Bankitalia commissaria Banca Popolare di Bari, il Governo non la difende

Le dichiarazioni della ministra Bellanova

Italia Viva, assente durante il tavolo del Cdm, ha recentemente affermato che Italia Viva è disposta ad impregnarsi per la salvaguardia della Popolare di Bari per aiutare tutti i risparmiatori coinvolti. Al contrario, però, non c’è alcuna intenzione da parte del partito di votare un decreto a occhi chiusi.

Italia Viva è pronta a salvare gli istituti di credito insieme ai risparmiatori e ai posti di lavoro, ma non con gli occhi bendati. Serve una strategia complessiva che eviti misure emergenziali. Non si convocano i ministri per un Consiglio last minute dopo che nel pomeriggio si erano lette dichiarazioni di tutt’altro segno”, racconta Bellanova.

Teresa Bellanova Italia Viva

Assenza giustificata: avviso del Cdm arrivato troppo tardi

“Sono stata avvisata del Consiglio dei Ministri ieri sera mezz’ora prima dell’inizio. All’ordine del giorno c’era un provvedimento delicatissimo, che riguardava il salvataggio della Banca Popolare di Bari, su cui peraltro nel pomeriggio avevo letto dichiarazioni che non lasciavano presagire una particolare ed urgente necessità per il governo di intervenire”, spiega la ministra Bellanova su Facebook.

Che poi prosegue: “Commissariamento Bp Bari? Nessuno ci ha avvisato. Non si può convocare un Consiglio dei Ministri per approvare un provvedimento non concordato in qualche modo, prima che peraltro fosse uscita la notizia che la Banca d’Italia aveva commissariato l’Istituto, cosa della quale nessuno ci aveva informato: le banche e i relativi risparmi per Italia Viva vanno salvati, ma non senza accertare le responsabilità che hanno portato gli istituti a quella situazione“.

Bellanova spiega inoltre che l’assenza durate il Cdm non è stata intesa dal partito come mossa anti-governo. “Italia Viva non ha trovato l’ennesima scusa per creare problemi al governo e fare notizia: se siamo in una coalizione ci si tiene informati, ci si aggiorna sull’evoluzione delle situazioni, specie di quelle di emergenza, si concordano un minimo di provvedimenti, non si convocano i ministri per un Consiglio last minute e con urgenza dopo che nel pomeriggio si erano lette dichiarazioni di tutt’altro segno”, ha infatti concluso il capo delegazione di Italia Viva al governo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui