Picchia la compagna e scappa a Crotone. Arrestato un nigeriano di 35 anni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:22

La donna ha subito violenze sia fisiche sia verbali. L’uomo, che le urlava “Se chiami la polizia ti ammazzo”, dopo averla aggredita le ha rubato anche il portafoglio.

Con le accuse di maltrattamenti in famiglia, rapina e lesioni aggravate nei confronti della compagna è stato arrestato un uomo di 35 anni, nigeriano. L’uomo dopo aver picchiato, insultato e rapinato la compagna, originaria della Sierra Leone ma residente a Roma, è poi scappato nel sud Italia. La fuga è durata ben poco, gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Flaminio Nuovo, hanno arrestato l’uomo che si nascondeva a Crotone.

Gli agenti avevano ricevuto una denuncia da parte della donna, che aveva subito numerose violenze, sia fisiche sia morali. Lo scorso ottobre, infatti, una pattuglia si era recata a casa della coppia, su segnalazione di un testimone che, dopo aver sentito forti urla, aveva dato l’allarme per aggressione. I poliziotti hanno soccorso la donna, portandola al pronto soccorso. Diagnosi: escoriazioni multiple e contusioni all’arto superiore sinistro.

Il racconto della donna è terribile, l’uomo l’avrebbe presa per il collo con una mano, mentre con l’altra la minacciava con un coltello da cucina, gridando: “Se chiami la Polizia ti ammazzo”. Dopo l’aggressione, l’uomo le avrebbe anche rubato il portafoglio, con le carte di credito e i documenti.

Dopo pochi giorni da questo episodio, un coinquilino della vittima ha chiamato nuovamente la polizia per denunciare l’uomo, reo di trovarsi sotto casa con chiaro atteggiamento aggressivo. Arrivati sul posto i poliziotti sono stati aggrediti dall’uomo che, una volta bloccato, è stato arrestato per resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale.

Leggi anche: Roma. Spari sotto la metro a Flaminio, soldatessa trovata morta nei bagni

Leggi anche: Omicidio Sacchi, l’intercettazione di Del Grosso: “Glieli levo tutti e settanta”

La violenza (fisica e morale) sulle donne da parte degli uomini, in Italia, è un reato frequentissimo. L’ultimo report diffuso dalla Polizia di Stato, con i dati aggiornati al 2019, parla di 88 vittime ogni giorno: una donna ogni 15 minuti. Nella maggior parte dei casi (82%) chi fa violenza su una donna è un familiare, primo fra tutti il compagno. Nel 60% dei casi i maltrattamenti, atti di stalkingviolenze sessualipercossesono commessi dall’ex partner.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui