Autostrade, Di Maio determinato sulla revoca delle concessioni: “Chi sbaglia paga”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:53

Il leader del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio torna a parlare in merito alla questione Autostrade, ribadendo ancora una volta che il partito è fermamente determinato al procedere alla revoca delle concessioni.

Sulla “revoca delle concessioni autostradali siamo determinati”, fa sapere tramite Facebook Luigi Di Maio. Il leader dei 5 Stelle è infatti nuovamente tornato sull’argomento durante l’incontro avvenuto oggi ad Avellino, comune presso il quale si è recato su invito del Conapo per illustrare le nuove misure a sostegno dei vigili del fuoco.

Oltre alle dichiarazioni rilasciate in occasione dell’incontro avellinese, il pentastellato ha poi concesso alcune interviste, sempre in merito alla questione, per alcune importanti testate nazionali, nelle quali ha ribadito ulteriormente l’irremovibilità della posizione del Movimento.

Leggi anche: Teresa Bellanova (PD) | Nel mirino del M5s: polemica sui fondi Xylella

Guarda qui: 5 milioni di euro alla Puglia per gli ulivi colpiti da Xylella

Le parole di Luigi Di Maio

In un suo recente post su Facebook, Luigi di Maio ha ribadito con fermezza la linea di pensiero che il Movimento 5 Stelle propone in merito al caso delle concessioni autostradali e il caso Atlantia.

“Abbiamo 43 vittime, delle famiglie che ancora piangono, indagini e perizie che ci dicono che Autostrade non ha provveduto adeguatamente alla manutenzione del ponte Morandi nonostante fosse a conoscenza dei rischi. È gravissimo, non c’è altra soluzione alla revoca della concessione, mi sembra evidente”, scrive il leader pentastellato sul suo account ufficiale.

E ancora, in un’intervista concessa al quotidiano La Stampa, Di Maio sostiene che “non bisogna aver paura di combattere un colosso, lo Stato va protetto e la regola chi sbaglia paga deve valere per tutti”.

Luigi di Maio- ad Autostrade? via le concessioni è una missione

Conte strumentalizzato dai media e dai giornali

Sempre prendendo di mira il caso Atlantia, il ministro degli Esteri ha proseguito inoltre il suo discorso affermando che “le parole di Conte sono una grande strumentalizzazione dei giornali“, soprattutto riguardo a questa specifica tematica. Proprio come ha dichiarato, infatti: “Io e Giuseppe siamo stati fino alle 5 a votare la legge di bilancio in aula e quindi abbiamo potuto vedere quelle prime pagine con titoli strumentalizzati, guardati insieme e ci confermiamo che abbiamo la stessa linea sulle Autostrade“.

Di Maio fa riferimento, soprattutto, alla recente intervista pubblicata da Il Messaggero, nella quale si leggono le parole del presidente del Consiglio mentre sostengono che: “Non abbiamo disposto la revoca o la decadenza di nessuna concessione. Introduciamo un regime più uniforme e trasparente. Abbiamo previsto che, in caso di revoca o decadenza, la gestione possa essere affidata ad Anas e stiamo semplificando il regime degli indennizzi, applicando la disciplina uniforme degli appalti”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui