Prescrizione, Faraone (Italia Viva): “Pd troppo remissivo con il M5S”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:55

Sulla prescrizione, il senatore di Italia Viva Davide Faraone lancia un messaggio al Pd: “Dem troppo remissivi con il M5S. Rischia di passare la linea pentastellata su ogni questione rilevante” 

La prescizione continua ad agitare il governo. Questa volta è il senatore di Italia Viva Davide Faraone a lanciare un monito al Pd, giudicato troppo remissivo nei confronti del M5S. Il ‘diktat’ va ad aggiungersi alle polemiche pre-natalizie dopo le dichiarazioni del ministro Bonafede.

“Spero non sia solo tattica – avverte Faraone in un’intervista al Corriere – finora abbiamo registrato troppa remissività nei confronti delle iniziative del M5S. Su tutte le loro posizioni, ci si sta appiattendo. Penso alla revoca delle concessioni, lo scudo penale dell’ex Ilva, l’abolizione della prescrizione senza avere la garanzia di processi con tempi certi”.

Leggi anche –> Milano, picchia in strada la compagna incinta. La donna aveva già tentato il suicidio

Leggi anche –> Sondaggi politici, la Lega torna a salire | Brutte sorprese per il Pd

“Pronti a votare provvedimenti che ci piacciono con l’opposizione”

La posizione di Italia Viva e del senatore sembrerebbe molto più vicina al Pd e a Forza Italia. La presa di posizione rispetto ai pentastellati appare evidente. “In fatto di prescrizione – ammette  – sono molto piu vicino al Pd e a Forza Italia” che al Movimento di Luigi di Maio e soci. L’Italia – spiega il senatore vicinissimo a Renzi – è un Paese in cui ogni otto ore un innocente va in carcere e dove il 75% degli indagati risultano innocenti. L’impostazione giustizialista dei grillini secondo i quali sono tutti colpevoli e’ un abominio e ci vedrà sempre contro”.

Si fa strada l’ipotesi di un testo nuovo. Sulla prescrizione Faraone spiega la linea di Italia Viva “Se non ci dovesse essere nessun cambiamento o mediazione nei prossimi giorni – conferma – siamo pronti a votare a favore di proposte dell’opposizione o prendere nostre iniziative autonome”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui