Dimissioni Fioramonti, ecco i nuovi nomi: Azzolina per la Scuola, Manfredi all’Università e Ricerca

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:11

A seguito delle dimissioni dell’ex ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti, nella sua conferenza stampa di fine anno il premier Conte ha annunciato i nuovi nomi che prenderanno l’incarico: Azzolina sarà ministra della Scuola, mentre Manfredi sarà ministro dell’Università e Ricerca.

Azzolina e Manfredi

Il Ministero dell’Istruzione, dunque, vedrà due gestioni separate. Lucia Azzolina sarà infatti la nuova ministra della Scuola, mentre Gaetano Manfredi, già presidente della Conferenza dei rettori, si occuperà dell’Università e alla Ricerca.

Lucia Azzolina ha già ricoperto il ruolo di dirigente scolastico, ed è attualmente sottosegretario alla Scuola sotto la bandiera del Movimento 5 Stelle. Gaetano Manfredi, invece, è il Rettore dell’Università Federico II di Napoli.

Leggi anche: Il M5S contro ex ministro Fioramonti: mancano 70 mila euro nel Movimento
Guarda qui: Dadone a gamba tesa sul Ministro Fioramonti: chi ha coraggio non scappa

Le dichiarazioni di Conte: separare scuola e università

La decisione è stata comunicata dal premier in occasione della sua ultima conferenza stampa, quella di fine anno. “Ringrazio il ministro Fioramonti: abbiamo la necessità, l’ho già detto, di rilanciare il comparto della università. Non è vero che non abbiamo compiuto passi avanti, penso alla Agenzia nazionale delle Ricerche. Ora fare qualche sforzo in più, penso a aumentare i fondi sul diritto alla studio. Sono convinto che la cosa migliore per potenziare il settore sia separare la scuola dall’Università”, ha dichiarato Conte. Che ha poi concluso: “Penso a una nuovo ministero dell’università e la ricerca“.

Un’ipotesi, quella del premier, che è stata ben accolta anche da altri esponenti politici. Secondo quanto dichiarato dal ministro della Cultura Dario Franceschini, infatti, sarebbe “una scelta giusta separare Scuola da Università e Ricerca. L’accorpamento in questi anni ha rischiato di creare un ministero troppo grande, con difficoltà a seguire al meglio settori centrali come scuola ricerca e università”.

Lo stesso Franceschini ha poi proseguito: “Con la separazione potranno essere valorizzate le attività di tutti e due i settori. La scelta di un tecnico di grandissimo profilo come Gaetano Manfredi garantisce poi la centralità assoluta di ricerca e università nelle strategie del governo. Molti auguri anche a Lucia Azzolina che ha già seguito con competenza sin qui le politiche della scuola”.

conte scherza in tv sul caso ruby

Gli auguri del Movimento 5 Stelle ai nuovi ministri

Soddisfatti e molto ottimisti in merito alla scelta di Conte, i membri del Movimento 5 Stelle. Come infatti fa sapere Luigi di Maio, sono “due nomi che ci riempiono d’orgoglio“. E prosegue, sempre su Facebook: “Due ministeri, per ascoltare due mondi complessi. L’ennesimo segnale che questo governo vuole dare, a dimostrazione del fatto che per noi scuola, università e ricerca rimangono al centro della nostra azione politica. Il Movimento è pienamente soddisfatto”.

In una nota ufficiale del partito, invece, vengono fatti gli auguri ai nuovi ministri, in particolar modo ad Azzolina. “In bocca al lupo a Lucia Azzolina. Un grande riconoscimento per il suo impegno che ci riempie di orgoglio. Ha sempre lavorato con grande determinazione e saprà rappresentare al meglio, e con grande attenzione, le istanze del mondo della scuola”.

Anche Anna Ascani, vice Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, si è espressa in merito all’elezione dei nuovi colleghi tramite social. Su Twitter, non a caso, la Ascani ha dichiarato: “Il presidente Conte ha appena dato due ottime notizie per scuola, università e ricerca. Che dimostrano che siamo pronti a rilanciare, senza indugi, sui temi fondamentali per lo sviluppo del Paese. Buon lavoro a Lucia Azzolina e Gaetano Manfredi: competenza e serietà premiate!”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui