Botti di Capodanno: i dati sui morti e i feriti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:54

La notte di Capodanno è sempre più vicina ed è importante fare un bilancio sulle numeriche che riguardano i morti e i feriti connessi ai botti dell’ultimo dell’anno.

Botti di Capodanno: i dati sui morti e i feriti – meteoweek

Leggi anche –> Esplosione di fuochi d’artificio in provincia di Messina: 5 morti

Secondo quanto riportato dall’Agi nel 2019 la Polizia di Stato ha comunicato che nella notte di capodanno si erano registrati 216 feriti, di cui 44 ricoverati. Nessun morto ma tra i feriti, 41 erano minorenni. Hanno anche aggiunto: «le conseguenze dei ferimenti sono state i traumi alle mani (frequenti sono le fratture e le amputazioni di dita o falangi), le ustioni al volto e alle parti basse del collo».

Leggi anche –> Sequestrata ‘santa barbara’ a Como, attenzione al petardo ‘Quota 100’!

Fuochi d’artificio: i dati sono davvero allarmanti – meteoweek

Non è tutto, però: i 216 feriti del 2019 sono più dei 212 del 2018 (50 i minori), dei 184 del 2017 e dei 190 del 2016. Per trovare un numero più alto bisogna andare al 2015, quando i feriti erano stati 253. Negli anni precedenti i numeri dei feriti erano significativamente più elevati: 361 nel 2014, 622 nel 2013 e 595 nel 2012; anche se il 2019 è stato il primo anno senza deceduti.

I dati della Polizia sui botti aiutano a ricostruire la situazione e l’andamento nel corso degli anni – meteoweek

Inoltre secondo quanto riportano fonti di stampa nel 2011 c’era stata una sola vittima – in Campania, per un proiettile vagante – e circa 500 feriti, nel 2010 nessuna vittima e nel 2009 e nel 2008 una vittima per anno (in entrambi i casi i decessi sono avvenuti in Campania e le morti sono state causate da proiettili vaganti).  Il numero di morti e feriti è più alto a sud che a nord così come anche quello dei sequestri per botti illegali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui