Carlos Ghosn vola in Libano: fuga dai domiciliari o liberazione?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 6:38

Carlos Ghosn, ex presidente e amministratore delegato del gruppo Nissan-Renault era ai domiciliari a Tokyo in attesa di processo per frode industriale e fiscale, ora è in Libano.

Carlos Ghosn

Una storia che si tinge di giallo quella che vede coinvolto l’ex numero uno del gruppo Nissan-Renault. Carlos Ghosn è tornato dalla sua famiglia in Libano ma non è chiaro se la sua sia stata una fuga oppure un beneficio delle autorità di Tokio dove era arrestato e messo ai domiciliari.

Leggi anche -> Si aggiunge un morto nella tragica sparatoria in una chiesa del Texas

Ghosn è giunto a Beirut con un jet privato. Lo ha confermato un funzionario libanese, aggiungendo, appunto, che “non è chiaro se Ghosn abbia viaggiato in violazione degli arresti domiciliari o se sia stato raggiunto un accordo per la sua liberazione”.
L’ex Nissan-Renault è indagato in Giappone per frode industriale e fiscale.
Sarebbe atterrato all’aeroporto di Beirut con un jet privato proveniente dalla Turchia.

Leggi anche -> Tenta di uccidere il figlio malato attraverso la flebo, ora vedrà il carcere

Carlos Ghosn, 65 anni, ha la nazionalità libanese e il Libano non estrada i suoi connazionali. Si è sempre dichiarato innocente, accusando un colpo di stato messo in atto dai vertici Nissan. Nell’aprile scorso ha lasciato il carcere di Tokyo dietro pagamento di una cauzione da quattro milioni di euro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui