Dal 2025 rivoluzione tecnologica: vacanze virtuali e maggiordomi robot

L’esperto “futurista” Talwar annuncia grandi cambiamenti tecnologici: dal 2025 saranno possibili vacanze virtuali dal proprio salotto, le cucine saranno sempre più “intelligenti”, con maggiordomi robot che svolgeranno mansioni domestiche e realtà come il dating utilizzeranno l’intelligenza artificiale.

Dal 2025 innovazioni grazie all’intelligenza artificiale – meteoweek

Tra circa 5 anni, nelle nostre case arriveranno innovazioni che rivoluzioneranno ancora la nostra vita, come la tecnologia non smette di fare. A dare forma a queste eventualità il “futurista” Rohit Talwar, fondatore e Ceo dell’azienda di Londra Fast Future, che ha visualizzato nuovi scenari in base ai progressi del colosso cinese Huawei.

Le prossime innovazioni della tecnologia: alcune delle novità previste dal 2025

Visitare posti meravigliosi senza uscire dal salone di casa propria tramite visori per realtà virtuali? Trovare l’anima gemella a colpo sicuro con applicazioni “intelligenti”? Tornare a casa e trovare la cena preparata da maggiordomi robot?

leggi anche >> Neon, “essere umano artificiale” Samsung: non è un robot ma può lavorare

Tutto questo sembra impossibile ma stando alle previsioni dell’esperto tutto questo sarà possibile già dal 2025, grazie alle innovazioni tecnologiche in corso.

L’intelligenza artificiale dietro una vera e propria rivoluzione tecnologica

Alla base di questa rivoluzione tecnologica c’è l’intelligenza artificiale, insieme alle nuove reti 5G e gli elettrodomestici intelligenti, che comporteranno dei cambiamenti notevoli.

Ad esempio, ad essere totalmente ripensata in termini pratici e tecnologici è la cucina: con dei sensori incorporati gli utensili cucineranno in maniera autonoma le proprie ricette preferite e i robot maggiordomo potranno apparecchiare, sparecchiare e occuparsi di pulire i piatti.

leggi anche >> Xenobot, primi robot viventi ottenuti da rane: “organismi programmabili”

Anche l’assetto del salotto cambierà, i dispositivi di realtà virtuale permetteranno dei veri e propri “viaggi” virtuali, esplorando la barriera corallina australiana o “provando” l’ebrezza del trekking sul cammino Inca fino a Mach Picchu.

L’altra novità investirà le applicazioni di incontri: tutte le caratteristiche personali dai gusti, alle abitudini, alle preferenze, si potranno inserire in database con intelligenze artificiali per poter rendere l’incontro sempre più “realistico” e dettagliato.