Ocean Viking a Pozzallo: migranti accolti in Francia, Germania e Lussemburgo

La disponibilità è stata offerta sulla base dell’apertura della procedura di redistribuzione dei migranti a livello europeo avviata dalla Commissione Ue.

Ocean Viking a Pozzallo: migranti accolti in Francia, Germania e Lussemburgo – meteoweek

Finalmente sta entrando a Pozzallo, nel Ragusano la Ocean Wikings: a bordo 39 persone tra cui 19 minori. Viaggiavano tutti su una piccola imbarcazione in legno soccorsa in mezzo al mare. “Francia, Germania e Lussemburgo hanno dato la loro disponibilità ad accogliere tutti e 20 i migranti ricollocabili – ha fatto sapere ieri il Viminale, scegliendo Pozzallo come porto sicuro per la nave di Medici senza frontiere ed Sos Mediterranee – La disponibilità è stata offerta sulla base dell’apertura della procedura di redistribuzione dei migranti a livello europeo avviata dalla Commissione Ue sulla scorta del preaccordo di Malta“.

Leggi anche –> “Documenti per tutti!”, migranti in protesta: bloccato il porto di Gioia Tauro

Ocean Viking approda a Pozzallo: salvi 19 minori – meteoweek

Ieri la Ocean Viking ha cercato riparo dal maltempo a sud-est della costa della Sicilia, mentre il vento forte imperversava sul Mediterraneo centrale. Medici senza frontiere in un tweet aveva sottolineato che per “le donne e gli uomini salvati venerdì scorso l’indicazione di un porto sicuro di sbarco” non poteva attardarsi troppo.

Leggi anche –> Migranti, la Ocean Viking a Pozzallo: a bordo 60 persone

Lo sbarco della Ocean Viking è atteso nelle prossime ore – meteoweek

Lo sbarco della nave è atteso a brevissimo, peraltro la Viking è tra quelle più attive, con riferimento agli ultimi mesi, tra le Ong. Lo stesso Viminale, in un comunicato diffuso nelle scorse ore, ha fatto sapere dell’avvio delle operazioni di redistribuzione dei 20 migranti che possono raggiungere altri luoghi europei. L’approdo avverrà tra poco dopo ore di panico, la Viking “cercava un riparo dal maltempo a sud-est della costa della Sicilia mentre forti venti soffiavano sul Mediterraneo centrale“.