Uccise e bruciò la moglie a Modena. Condannato a 22 anni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:53

E’ stato condannato a 22 anni di carcere, in primo grado con il rito abbreviato. Uccise barbaramente la moglie a Modena perchè non accettava la separazione.

Ghizlan El Hadraoui

Uccise barbaramente la moglie 37enne un anno fa, a Modena. Il corpo di Ghizlan El Hadraoui fu trovato carbonizzato ma morì per le violente coltellate che le aveva inferto Khalil Laamane che non accettava di separarsi da lei. L’uomo è stato condannato a 22 anni di carcere, in primo grado con il rito abbreviato. Il pubblico ministero Luca Guerzoni aveva chiesto per l’imputato, 50enne marocchino, la condanna all’ergastolo. Secondo le indagini della squadra mobile Ghizlan è stata uccisa sotto la sua abitazione, a coltellate, ed in auto. Poi la macchina è stata portata in via Cavazza dove è stata incendiata con all’interno il corpo della donna. A fare notare il veicolo in fiamme, il 6 febbraio dello scorso anno, era stato un carabiniere di passaggio in zona.

Leggi anche -> “E’solo febbre non hai il virus”. Daniele muore dopo il mancato ricovero

Ghizlan El Hadraoui non era ancora divorziata dal marito ma aveva denunciato l’uomo un mese prima per i suoi comportamenti violenti e le minacce ricevutesoprattutto dopo avere  avviato le pratiche per la separazione. Le parti civili al processo sono state il tutore dei due minori figli della vittima, due fratelli di Ghizlan e l’associazione Casa delle donne contro la violenza Onlus. “Aveva ricevuto minacce di morte dal marito e aveva presentato denuncia in procura neppure un mese fa: il 21 gennaio. Se i casi di violenza contro le donne avessero un canale prioritario, magari, si riuscirebbe ad intervenire in tempo”. Così aveva detto Monica Rustichelli, l’avvocato che ha seguito le pratiche di separazione di Ghizlan El Hadraoui. La giovane mamma, accoltellata alle spalle senza alcuna pietà e data alle fiamme non aveva nessun valore come donna secondo il marito: per lui, il padrone, la moglie non ‘meritava alcun rispetto’. Purtroppo le parole dell’avvocato erano rimaste inascoltate.

La fiaccolata dei modenesi per Ghizlan El Hadraoui