Sanremo 2020 | Morgan contro Bugo: testo modificato e lui lascia il palco | Video

Morgan e Bugo sono stati squalificati da Sanremo. E’ accaduto tutto in pochi istanti, subito dopo l’inizio della performance dove Morgan ha cambiato il testo del brano “Sincero” andando contro il collega

SANREMO, ITALY РFEBRUARY 07: Morgan attends the 70° Festival di Sanremo (Sanremo Music Festival) at Teatro Ariston on February 07, 2020 in Sanremo, Italy. (Photo by Daniele Venturelli/Daniele Venturelli/Getty Images )

L’esibizione è durata pochi istanti sul palco dell’Ariston: è il momento di Morgan e Bugo, ma qualcosa va storto. Infatti Bugo abbandona il palco all’improvviso e interrompe l’esibizione. I due sono stati squalificati dal Festival. Un momento che ha lasciato tutti con il fiato sospeso per un gesto che non era mai avvenuto durante le edizioni del Festival di Sanremo.

Ma perché Christian Bugatti, in arte Bugo, ha fatto questa scelta? Il motivo è da ricercare nel fatto che Morgan prima di entrare in scena ha cambiato il testo della canzone “Sincero”. E’ sceso dalle scale di Sanremo con in mano un foglio dove ha stravolto il testo e lo ha trasformato in un atto d’accusa nei confronti del partner musicale. Ecco il testo originale: «le buone intenzioni, l’educazione, la tua foto profilo, buongiorno e buonasera, e la gratitudine, le circostanze, bevi se vuoi ma fallo responsabilmente, rimetti in ordine tutte le cose, lavati i denti e non provare invidia, non lamentarti che c’è sempre peggio, ricorda che devi fare benzina». Ecco il testo modificato: «Le brutte intenzioni, la maleducazione, la tua brutta figura di ieri sera, la tua ingratitudine, la tua arroganza, fai ciò che vuoi mettendo i piedi in testa, ma tu sai solo coltivare invidia, ringrazia il cielo se sei su questo palco, rispetta chi ti ci ha portato dentro e questo sono io».

SANREMO, ITALY РFEBRUARY 07: Morgan and Bugo attend the 70° Festival di Sanremo (Sanremo Music Festival) at Teatro Ariston on February 07, 2020 in Sanremo, Italy. (Photo by Daniele Venturelli/Daniele Venturelli/Getty Images )

Così Morgan dopo essersi ritrovato da solo sul palco è andato dietro le quinte a cercare Bugo. Nel frattempo Fiorello sdrammatizza: «Facciamo così, proclamiamo stasera il vincitore e così domani sera non veniamo». E poi aggiunge: «uno in meno, dai». Tentativo fallito di Morgan di far rientrare Bugo in gara, e i due sono stati squalificati dalla kermesse. Ad annunciarlo il direttore artistico e conduttore Amadeus. Non era mai accaduto nella storia del Festival di sanremo.

Intanto c’è chi grida alla squalifica ingiusta del cantante Bugo: «Il brano è di Bugo con un feat di Morgan, e Morgan aveva firmato la liberatoria che lo impegnava a non offendere la Rai e tutti. Quello che non capiamo è perché si sia stato squalificato anche Bugo». E’ quanto emerge da un incontro con i giornalisti e i discografici del cantante Bugo. «Bugo – sottolineano – non sapeva che Morgan avrebbe cambiato il testo, Era solo special guest, invitato a cantare nella canzone, inclusa nell’album di Bugo che è uscito oggi».

Già nelle serata delle cover tra i due c’erano stati dei problemi: «hanno provato male e tardi, perché alcune partiture erano completamente sbagliate. Non sono riusciti a provare bene e ieri è successo il disastro che abbiamo visto. Morgan voleva fare il pianista, il direttore d’orchestra, il cantante e forse anche il presentatore. E alla fine è uscito è uscito quello che è uscito. Sulla follia altrui non abbiamo gestione».

DURISSIMA ALBA PARIETTI CON UN POST SU INSTAGRAM

Caro Marco,
Io ti voglio molto bene , sei come un fratello per me , ma questa forma di autolesionismo , autoflagellazione , compulsiva , per non avere l’umiltà di accettare i tuoi errori o le sconfitte , ciò che accade come se fosse sempre colpa degli altri o del fato , mi spiace da amica cara davvero sincera mi ha amareggiato ,delusa.
Che peccato dover sempre dire “ che peccato”
Sono stufa di ascoltare tutto ciò che sei, che sai raccontare , la tua testa piena di idee, creatività , talento , simpatia, genialità , la tua arte , tutte le volte vanificata , da capricci narcisistici ,infantili per non prendersi responsabilità .
Il pezzo era bello , giovedì avete cantato male , lo sai , non so perché , forse non era serata forse non eravate in sintonia , forse non avevate provato , ma le cose si fanno e si finiscono senza spargimenti di colpe o sangue. intellettualmente lo trovo disonesto , cialtrone Ultimi in classifica ? Succede capita di perdere .
Qualcuno ci doveva andare. Ci siete andati voi. Succede .
Giusto , sbagliato , sbagliati a scegliervi … non importa le cose si affrontano fino in fondo , senza barare. Si accetta l’errore proprio e si impara se si sbaglia magari si rimedia, si impara qualcosa in più . Non si distrugge tutto incolpando altri. Mi spiace Marco , tanto io credo in te nel tuo talento nella tua sconfinata cultura. Nella tua sofferenza . Ti ho sempre difeso come si deve fare tra amici cari. Ti ho anche protetto dagli altri ma è da te che devi proteggerti. Difendi il tuo forte, dal tuo debole. .
Ma basta fare il ribelle che non sta alle regole del gioco , basta fare l’enfant gate’ che fa saltare il banco .
Ti voglio bene , te ne vorrò sempre ma il destino ci mette in mano le carte , le tue sono vincenti e tu per amore della sfida giochi sempre al massacro.
Mi spiace , mi fai arrabbiare mi fai male perché ti ho sempre voluto bene. Non deludere più chi ti stima e ti rispetta non prenderti più in giro. Ti fai male solo tu . Siamo grandi. Ti voglio bene stronzo . E mi domando .
Ma perché? Marco perché?

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Caro Marco, Io ti voglio molto bene , sei come un fratello per me , ma questa forma di autolesionismo , autoflagellazione , compulsiva , per non avere l’umiltà di accettare i tuoi errori o le sconfitte , ciò che accade come se fosse sempre colpa degli altri o del fato , mi spiace da amica cara davvero sincera mi ha amareggiato ,delusa. Che peccato dover sempre dire “ che peccato” Sono stufa di ascoltare tutto ciò che sei, che sai raccontare , la tua testa piena di idee, creatività , talento , simpatia, genialità , la tua arte , tutte le volte vanificata , da capricci narcisistici ,infantili per non prendersi responsabilità . Il pezzo era bello , giovedì avete cantato male , lo sai , non so perché , forse non era serata forse non eravate in sintonia , forse non avevate provato , ma le cose si fanno e si finiscono senza spargimenti di colpe o sangue. intellettualmente lo trovo disonesto , cialtrone Ultimi in classifica ? Succede capita di perdere . Qualcuno ci doveva andare. Ci siete andati voi. Succede . Giusto , sbagliato , sbagliati a scegliervi … non importa le cose si affrontano fino in fondo , senza barare. Si accetta l’errore proprio e si impara se si sbaglia magari si rimedia, si impara qualcosa in più . Non si distrugge tutto incolpando altri. Mi spiace Marco , tanto io credo in te nel tuo talento nella tua sconfinata cultura. Nella tua sofferenza . Ti ho sempre difeso come si deve fare tra amici cari. Ti ho anche protetto dagli altri ma è da te che devi proteggerti. Difendi il tuo forte, dal tuo debole. . Ma basta fare il ribelle che non sta alle regole del gioco , basta fare l’enfant gate’ che fa saltare il banco . Ti voglio bene , te ne vorrò sempre ma il destino ci mette in mano le carte , le tue sono vincenti e tu per amore della sfida giochi sempre al massacro. Mi spiace , mi fai arrabbiare mi fai male perché ti ho sempre voluto bene. Non deludere più chi ti stima e ti rispetta non prenderti più in giro. Ti fai male solo tu . Siamo grandi. Ti voglio bene stronzo . E mi domando . Ma perché? Marco perché? @morganofficial

Un post condiviso da Alba Parietti Officialpage (@albaparietti) in data: