Altro responso positivo per il coronavirus per gli ospiti dello chalet francese

Coronavirus anche in Europa, nello specifico una tra le ultime diagnosi risultate positive riguarda gli ospiti dello chalet francese sulle Alpi.

Un sesto cittadino britannico che faceva parte del gruppo di turisti contaminati dal coronavirus in uno chalet di montagna in Alta Savoia, sulle Alpi francesi, è risultata positiva al test. Il caso porta a 12 il numero totale dei casi confermati in Francia, secondo quanto riporta un comunicato del ministero della Salute. Uno il decesso, l’anziano turista cinese originario della provincia dello Hubei, morto ieri nell’ospedale parigino Bichat. La metà del totale dei casi riguarda quindi questo gruppo di britannici contaminati da uno di loro appena rientrato da Singapore, che aveva raggiunto gli amici in uno chalet delle Contamines-Montjoie a fine gennaio. La donna risultata positiva è ricoverata, come gli altri, a Lione, nel centro del Paese, in isolamento.

 

Non solo gli ospiti dell’Alta Savoia, anche la Diamond Princess

Sulla nave da crociera Diamond Princess, ferma in porto a Yokohama, sono stati rilevati altri 70 casi di coronavirus, portando il totale a 355. “A tutt’oggi, “abbiamo fatto i test su un totale di 1.219 persone e 355 si sono rivelati positivi”, ha detto il ministro della salute Katsunobu Kato. Dei 355 contagiati, 73 non presentano sintomi della malattia. A bordo restano più di 3.700 persone fra membri d’equipaggio e passeggeri.

Leggi anche -> Coronavirus, dal Pd appello a Di Maio: “Rimpatriamo italiani dal Giappone”

YOKOHAMA, JAPAN – FEBRUARY 07: The Diamond Princess cruise ship sits docked at Daikoku Pier where it is being resupplied and newly diagnosed coronavirus cases taken for treatment as it remains in quarantine after a number of the 3,700 people on board were confirmed to have coronavirus, on February 7, 2020 in Yokohama, Japan. 61 passengers are confirmed to be infected with coronavirus as Japanese authorities continue screening people on board. The new cases bring the total number of confirmed infections to 86 in Japan, the largest number outside of China. (Photo by Carl Court/Getty Images)

Fra loro, 35 italiani. Fra i 286 contagiati dal coronavirus sulla nave da crociera Diamond Princess ci sono 46 cittadini americani e saranno ricoverati in ospedali giapponesi. Lo ha detto alla Cnn la società armatrice Princess Cruises. I 46 quindi non potranno lasciare la nave con il primo volo che, stasera, porterà gli statunitensi in California, dove saranno costretti a una nuova quarantena.

 

Intanto le misure cinesi

La Cina inasprisce le restrizioni per combattere l’epidemia nell’Hubei, provincia focolaio del coronavirus. A sessanta milioni di persone è stato chiesto di non uscire da casa (salvo emergenze) e l’uso di auto private è stato vietato a tempo indeterminato.

PARANAQUE, PHILIPPINES – FEBRUARY 09: Filipinos wearing facemasks attend Sunday mass at a church on February 9, 2020 in Paranaque, Metro Manila, Philippines. The first Novel coronavirus (2019-nCoV) death outside of China was reported in the Philippines last February 2, and the country currently has 3 confirmed cases of the virus. With over 37,500 confirmed cases around the world, the virus has so far claimed over 800 lives. (Photo by Ezra Acayan/Getty Images)

Leggi anche -> Coronavirus, dal Pd appello a Di Maio: “Rimpatriamo italiani dal Giappone”

Lo riporta la Bbc. Solo una persona per ogni famiglia potrà uscire, ogni tre giorni, per fare la spesa mentre negli edifici sarà aperto un ingresso, sorvegliato per garantire che solo i residenti entrino o escano. Tutti gli esercizi commerciali restano chiusi, ad eccezione di farmacie, hotel, alimentari e servizi medici.