Coronavirus, Briatore contro il decreto: “Ho licenziato più di mille persone”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:57

Ospite a Stasera Italia su Rete 4, Flavio Briatore ha commentato le misure economiche del governo, esprimendo le proprie idee in modo chiaro e diretto.

Flavio Briatore – Foto fornita da Pietro D’Aprano/ Credits: Getty Images

Flavio Briatore ospite a Stasera Italia

A causa dell’emergenza coronavirus il governo ha dovuto adottare una serie di misure restrittive volte a contrastare la diffusione del virus. In tal senso ha deciso di attuare il decreto “Cura Italia” che prevede lo stanziamento di 25 miliardi volti ad aiutare i cittadini in questo momento particolarmente difficile.

Proprio in merito alle decisioni del governo è intervenuto Flavio Briatore. Ospite a Stasera Italia, su rete 4, l’imprenditore non è di certo andato per il sottile, commentando negativamente le decisioni dell’esecutivo, per poi sottolineare come i 25 miliardi previsti dal governo non siano, a suo avviso, sufficienti.

A tal proposito ha affermato: “La Spagna ne ha messi in conto 100, mentre l’Italia con questo decreto farà a pezzi tutti gli imprenditori, tutte le aziende, tutta la gente che lavora e produce ricchezza”.

Leggi Anche ->Decreto Cura Italia: sostegno alle famiglie e ai lavoratori. Il testo integrale

Leggi Anche ->Favori per riavere yacht Force Blue, chiuse indagini su Briatore

Flavio Briatore – Foto fornita da GLYN KIRK/AFP / Credits: Getty Images

L’imprenditore sul Decreto “Cura Italia”

In collegamento dalla sua abitazione di Monaco con Barbara Palombelli a Stasera Italia in onda su Rete 4, quindi, Briatore ha nettamente bocciato le misure prese dal governo Conte per contrastare l’impatto sull’economia dell’emergenza coronavirus.

Leggi Anche ->Elisabetta Gregoraci e Flavio Briatore, bomba gossip: cosa sta succedendo tra i due

Leggi Anche ->Flavio Briatore a Calenda: “Reputazione? Si guardi allo specchio”

Questo non è un decreto cura Italia ma un decreto della vergogna: metterà a pezzi tutti gli imprenditori, tutte le aziende che producono, perché un decreto paranoico e populista ”, ha incalzato l’imprenditore. “Per me l’Europa con questa crisi è finita, o l’Europa ci stampa 2.5 triliardi per far ripartire tutta l’economia, se no ci conviene staccarci e mandarli a quel paese”.

Per poi aggiungere: “Se io devo chiudere non perché ho lavorato male ma perché me lo dice lo Stato, il governo deve prendersi carico degli operai che non possono più lavorare. Prenditi carico dei dipendenti, dei contributi, tutto…altro che rinvio dell’iva di 4 giorni”. Ma non solo, Briatore ha anche voluto testimoniare in prima persona gli effetti del virus sull’economia affermando: “In questi giorni ho licenziato, messo a casa più di mille persone. Questi non si rendono conto di cosa fanno”.

Vai alla Home di MeteoWeek Spettacolo -> clicca QUI

“Noi la guerra non l’abbiamo vista, abbiamo visto dei filmati ma io dico: meglio essere a casa annoiati che essere intubati”, ha poi affermato Flavio Briatore, invitando tutti a restare a casa. “È una guerra, ma io sono convinto che se stiamo tutti in casa per 15 giorni le cose migliorano, perché il virus non si espande per aria ma per contatto”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui