Bimbo di 3 mesi ricoverato per Coronavirus all’ospedale di Palermo

Salgono i casi di contagio nell’emergenza coronavirus a Bagheria, dove quattro nuovi positivi sono stati registrati nelle ultime ore: tra questi vi è un bimbo di soli 3 mesi, fratellino di un altro piccolo già colpito dal virus.

bimbo 3 mesi - coronavirus bagheria
foto di repertorio

Altri quattro casi di coronavirus, in quel di Bagheria, nel Palermitano; per un totale, allora, di 5 contagiati nella “città delle ville”. Tra coloro risultati positivi al Covid-19 vi è anche un neonato di appena 3 mesi. A confermare la notizia è stato lo stesso sindaco del paese, Filippo Tripoli, che ha sottolineato come due dei pazienti adulti siano stati portati a Partinico, dove è stato allestito d’urgenza un centro specifico per il coronavirus.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, allarme dalla Sicilia: “40 mila rientri, non tutti autosegnalati”
LEGGI ANCHE: Coronavirus, la verità da Bergamo: 1800 trentenni sono contagiati

Secondo quanto fatto sapere ai media, comunque, il piccolino di 3 mesi ora ricoverato sarebbe il fratellino del bambino di 18 mesi già risultato positivo al virus nei giorni scorsi. Entrambi i bimbi sono ospitati presso la struttura ospedaliera Di Cristina di Palermo. Secondo quanto rilasciato dalle fonti, al momento le loro condizioni sono considerate “buone”.

“Questa vicenda – spiega inoltre il sindaco su Facebook – dimostra che il vero problema sono gli asintomatici. La famiglia si è strettamente attenuta alle indicazioni. L’unico ad uscire di casa in questi giorni è stato il padre per andare al lavoro. A parte il piccolo di 18 mesi, gli altri due nuovi casi, un uomo sui 45 anni e l’altro ultrasettantenne, apparterrebbero tutti allo stesso ceppo dei primi due bagheresi già riscontrati positivi al virus. Entrambi sono ricoverati ma non in gravi condizioni”.

ospedale bambini Palermo

Nuovi casi di Coronavirus a Bagheria, Palermo

In merito alla situazione d’emergenza pandemia nel comune, e in merito agli ultimi casi rilevati a Bagheria, si è espresso il sindaco Filippo Tripoli. Durante l’ultima diretta effettuata sul suo profilo ufficiale Facebook, Tripoli ha così dichiarato: “Siamo convinti che tutti i casi di Coronavirus sono riconducibili a un unico focolaio. Stiamo effettuando tutti i controlli del caso. Tra le persone positive c’è anche un cittadino bagherese che lavora presso l’Rsa di Villafrati”.

Inoltre, il sindaco ha ulteriormente specificato ai suoi concittadini di prestare molta attenzione alle notizie false e montate che stanno circolando sui social in questo momento, che rischiano (volontariamente o involontariamente) di confondere le idee e la percezione dell’emergenza degli abitanti della zona.

LEGGI ALTRE NOTIZIE DI CRONACA: CLICCA QUI

“Voglio precisare che l’uomo non è riconducibile a nessuno dei proprietari di esercizi commerciali di via Papa Giovanni e di negozi che si trovano vicino allo stadio. Pertanto, i messaggi che girano in queste ore su Whatsapp sono fake. Abbiamo effettuato quattro tamponi a persone di Bagheria che lavorano presso l’Rsa di Villafrati e solo uno è risultato positivo mentre tre sono negativi”, sottolinea infatti Tripoli.