Stuart Gordon | cinque film per ricordare il genio del cinema di genere

È morto a Chicago, dove era nato 72 anni fa, Stuart Gordon, regista e produttore cinematografico, tra i nomi fondamentali del cinema horror e di fantascienza. La sua scomparsa lascerà un grande vuoto. Lo ricordiamo attraverso cinque suoi film imperdibili.

Stuart Gordon, scrittore, regista e produttore noto per i suoi film horror cult classici come Re-Animator e From Beyond, è morto ieri a Chicago all’età di 72 anni. È stato uno dei pilastri del cinema di genere americano. Lo ricordiamo con cinque suoi film da rivedere (o, nel caso, da scoprire per la prima volta).

Re-Animator

Tratto da un racconto del 1922 dello scrittore statunitense Howard Phillips Lovecraft, l’esordio di Stuart Gordon è forse anche il suo film più famoso, al punto da ricevere ben due seguiti: Re-Animator 2 nel 1991 e Beyond Re-Animator nel 2003 (diretti entrambi da Brian Yuzna, produttore del primo capitolo e storico collaboratore di Gordon). La trama è universalmente conosciuta: Herbert West è un ambizioso e folle studente di medicina che inventa un siero per resuscitare i morti. I cadaveri quando ritornano in vita, però, non sono più controllabili.

From Beyond

Anche From Beyond – Terrore dall’ignoto del 1986 è ispirato da un racconto di Howard Phillips Lovecraft. Il Dottor Edward Pretorious, assieme al suo assistente Crawfford Tillinghast, ha messo a punto una macchina (il risuonatore elettronico) capace di stimolare la ghiandola pineale per consentire l’estrema percezione dei sensi. L’esperimento va però oltre i loro obiettivi, al punto che le oscillazioni provocate dal macchinario aprono una dimensione parallela dove si nascondono tremendi mostri.

Dagon

Dagon – La mutazione del male (sì, avete indovinato, anche questo tratto da Lovecraft) è l’ultimo film nel quale ha recitato il celebre attore spagnolo Francisco Rabal prima della morte, ed è dedicato alla sua memoria. Paul e Barbara sono in crociera insieme ad una coppia di amici. Sorpresi da una tempesta, con difficoltà riescono a raggiungere un villaggio di pescatori all0apparenza disabitato. Il paesino si rivelerà ben presto un luogo agghiacciante dove si compiono sacrifici umani in onore di Dagon, un mostro marino assetato di sangue.

Leggi qui -> Stuart Gordon | morto a 72 anni uno dei maestri del cinema horror

Stuck

Ultimo lungometraggio per il cinema di Stuart Gordon, Stuck è un thriller allo stesso tempo inquietante e permeato da un irresistibile humor nero. Brandi Helper, infermiera modello in odore di promozione, nveste involontariamente con la sua auto un povero senzatetto. L’uomo viene sbalzato direttamente all’interno della vettura attraverso il parabrezza. La donna, spaventata, decide di non portarlo all’ospedale per paura delle conseguenze legali che si sarebbero riflettute sulla propria vita e sulla propria carriera, e sceglie così di lasciarlo incastrato nel veicolo parcheggiato in garage mentre escogita un modo per disfarsene.

Il pozzo e il pendolo

Il film, tratto dall’omonimo racconto di Edgar Allan Poe, narra la vicenda Maria Alvares, condannata a morte in Spagna al tempo dell’inquisizione. La ragazza, che viene arrestata con l’accusa di stregoneria, finisce nelle mani di Torquemada, che ha un sadico progetto in mente per lei ed ordina di torturarla fino alla morte. Deriso ai tempi della sua uscita, il film negli anni ha raggiunto lo stato di cult. Le riprese si sono svolte in Italia.