Coronavirus, la disperazione degli italiani: “Non abbiamo più soldi”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:49

Un video pubblicato su Facebook e girato a Bari racconta la disperazione in cui stanno precipitando gli italiani. Un uomo e una donna urlano fuori da una banca: “Non abbiamo più soldi”.

Non c’è solo l’emergenza coronavirus. La malattia, il timore di contagiarsi. No: in Italia sta arrivando un’altra emergenza, che sta iniziando a manifestarsi in questi giorni. Si chiama crisi economica: a due settimane dal lockdown, tanta gente inizia ad avvertire la mancanza di reddito. Sembra finita la fase delle canzoni dai balconi: ora la gente pensa al domani, ed ha ancora più paura. In un video pubblicato su Facebook e girato a Bari, va in scena il dramma della disperazione: un uomo ed una donna sono di fronte ad una banca, ed urlano: “Ho il conto in questa banca” urla l’uomo, e poi scaglia un mazzo di chiavi contro la vetrata. La banca è chiusa, l’uomo gridando con voce strozzata aggiunge: “Ho il conto qui, noi a casa non abbiamo più soldi!”. Un grido disperato, che evidentemente viene compreso anche dai due agenti di polizia intervenuti, che appaiono dall’inizio del video.

LEGGI ANCHE -> Coronavirus, Martella: sanzioni per evitare diffondersi di fake news

LEGGI QUI -> Morti da Coronavirus in netto aumento: superati i 25mila decessi

Uno dei due agenti cerca di calmare l’uomo: “E’ un problema comune, purtroppo”. Ma il livello di esasperazione è ormai oltre il limite: dopo aver dato un calcio alla vetrina della banca, l’uomo urla di nuovo: “Non ho soldi! La banca mi chiude le porte, non abbiamo più soldi!”. Interviene anche la donna, presumibilmente la compagna o la moglie dell’uomo disperato: “Venga a casa a vedere” dice con la voce rotta dall’emozione all’agente di polizia, “venga a casa, la prego. Non abbiamo più niente, nemmeno la farina. Il video prosegue per altri minuti: l’uomo si aggrappa al cancello di ingresso ed inizia a scuoterlo con violenza, mentre un’altra donna dice ai poliziotti: “Ho bisogno di prelevare 50 euro, io devo mangiare”, anche lei con voce disperata. Alla fine un uomi si avvicina, e porge alla coppia delle banconote. Poi fa un gesto, come a dire “non preoccupatevi, non mi dovete nulla”. A quel punto la donna si gira verso la banca e si mette ad urlare: “Fate schifo! Lo stato fa schifo”, allontanandosi in lacrime. Una scena spaventosa, che potrebbe presto replicarsi ovunque, in un paese sempre più piegato sotto il peso della pandemia e dei provvedimenti di chiusura.