Stasera in tv | 28 marzo 2020 | Senza Nessuna Pietà: noir romano con Favino

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:14

Sabato 28 marzo andrà in onda su RaiMovie alle ore 23:30 il film Senza Nessuna Pietà, diretto da Michele Alhaique, con Pierfrancesco Favino e Greta Scarano.

Sabato 28 marzo andrà in onda su RaiMovie alle ore 23:30 il noir Senza Nessuna Pietà, ambientato nella Roma di oggi con protagonisti Pierfrancesco Favino e Greta Scarano. Il film è stato presentato nella sezione Orizzonti della 71esima edizione del Festival del cinema di Venezia.

Stasera in tv | Senza Nessuna Pietà | la trama

Nella Roma di oggi, governata da palazzinari e affaristi, si muove una famiglia criminale controllata da Santilli (Ninetto Davoli). L’uomo non riesce a tenere a bada il giovane Manuel (Adriano Giannini), suo figlio, viziato e arrogante. Anche il nipote Mimmo (Pierfrancesco Favino), orfano di padre morto di morte violenta, che lavora per lo zio nella costruzione di enormi palazzi nella periferia della Capitale, è sempre più insofferente dei modi del cugino Manuel e del mandato criminale della sua famiglia adottiva. Vorrebbe quindi svincolarsi da loro per dedicarsi interamente al suo lavoro di capo-mastro. Mimmo trova in una giovane ragazza, escort destinata alle mani del cugino Manuel, una bellezza ancora non del tutto deturpata, spiraglio attraverso il quale rivedere la luce.

Stasera in tv | Senza Nessuna Pietà su RaiMovie

Senza nessuna pietà è l’esordio di un regista atipico come Michele Alhaique, che è stato attore in ruoli minori in produzioni come Boris, La prima linea e Benvenuto Presidente!), nonché autore di qualche cortometraggio, tra cui Il torneo, vincitore del Nastro d’Argento nel 2008. Il debutto dietro la macchina da presa per un lungometraggio avviene attraverso il cinema genere. Alhaique realizza un noir cupo ambientato in una Roma periferica e senza scampo, marginale e polverosa, mai davvero riconoscibile ma sempre “altrove” indefinito ed impalpabile.

Senza Nessuna Pietà | il trailer

Perché vederlo: per le ottime interpretazioni di Pierfrancesco Favino e Greta Scarano.