Stasera in tv | 30 marzo | Matrimonio a Parigi, cinepanettone per Pasqua

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:30

Lunedì 30 Marzo alle ore 21.20 su Canale 5 la commedia Matrimonio a Parigi, diretta da Claudio Risi, con Massimo Boldi, Biagio Izzo, Anna Maria Barbera e Massimo Ceccherini.

Il 30 Marzo alle ore 21.20 andrà in onda su Canale 5 la commedia di Claudio Risi, Matrimonio a Parigi, con Massimo Boldi, Enzo Salvi, Massimo Ceccherini, Biagio Izzo, Paola Minaccioni, Anna Maria Barbera e Rocco Siffredi.

Matrimonio a Parigi| la trama del film

Lorenzo Manzoni (Massimo Boldi) possiede una fabbrica e un canale di televendite, TeleLecco Sat, sul quale vende direttamente i suoi prodotti alla gente. La moglie Elvira (Paola Minaccioni) gli fa da valletta e gli consiglia metodi sempre più fantasiosi su come evadere tasse e fisco. Gennaro (Biagio Izzo) è invece un ufficiale della Guardia di Finanza, sposato con Costanza (Anna Maria Barbera) e padre di un ragazzo in procinto di diplomarsi. Proprio in occasione della consegna dell’attesato scolastico dei figli, Lorenzo e Gennaro si incontreranno sul treno per Parigi. Convinto di trovarsi dinanzi lo sterotipo del napoletano truffaldino, il primo confessa i suoi affari al secondo, non sospetando minimamente la sua appartenenza all’arma delle Fiamme Gialle.

Matrimonio a Parigi | il trailer del film

Leggi anche: Guida tv | Tutti i programmi tv del 30 Marzo 2020

Matrimonio a Parigi | alcune curiosità sul film

Diretto da Claudio Risi e interpretato dai soliti volti dei cinepanettoni nostrani, Matrimonio a Parigi vede la partecipazione straordinaria di Rocco Siffredi, al quale sono ovviamente riservate tutta una serie di gag e battute a sfondo sessuale che in qualche modo divertono e rinfrescano la narrazione ormai stantia di questi prodotti.
Pensare che dietro la macchina da presa si trovi un Risi, proveniente da una famiglia di grandi esponenti del cinema italiano – il padre Dino era uno dei fondatori della commedia all’italiana, il fratello Marco si distingue peri suoi progetti impegnati – fa riflettere e un poco deprimere.
Perché vederlo: un cinepanettone coi soliti volti, guidati da Massimo Boldi.