Il Buco | 5 film da non perdere se avete amato il thriller spagnolo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:23

Se vi è piaciuto il thriller spagnolo Il Buco, uscito la scorsa settimana su Netflix non perdetevi questi 5 film!

È un momento insolito per essere un fan del cinema. Con la pandemia COVID-19 che ha chiuso i cinema e le produzioni cinematografiche a livello internazionale, il calendario delle uscite è andato in bianco per il prossimo futuro. Per fortuna ad arrivare in nostro soccorso ci sono le uscite sulle piattaforme streaming, che ogni settimana offrono tantissimi contenuti inediti. Uno di questi è il thriller distopico spagnolo considerato uno dei migliori del 2020: Il Buco uscito su Netflix la scorsa settimana.

Per chi ha avuto il coraggio e la voglia di vedere questo film, ma soprattutto per chi lo ha apprezzato, ecco 5 film che meriterebbero di essere visti. Il Buco diretto da Galder Gaztelu-Urrutia si svolge all’interno di una prigione completamente verticale in cui due detenuti vivono ad ogni livello. Con due letti su entrambi i lati della stanza, c’è un gigantesco buco rettangolare nel soffitto e nel pavimento di ogni stanza, e ogni giorno una gigantesca piattaforma di cibo scende dall’alto fino al piano inferiore.

Quelli più in alto vivono bene, quelli nel mezzo vivono di scarti, e quelli in fondo vivono e muoiono nella disperazione. È un thriller acuto, teso come l’inferno che trasforma letteralmente la guerra di classe in una prigione.

Parassite / o Snowpiercer

Non sorprende che il thriller di Netflix stia facendo molti paragoni con il miglior vincitore del film Parasite dell’anno scorso , grazie a temi condivisi sulla ferocia della guerra di classe e sull’auto-cannibalizzandone delle classi inferiori.Ma Bong Joon Ho ha affrontato la disparità di classe per gran parte della sua carriera e se giri la trama de Il Buco in orizzontale e la leghi sul retro di un treno in corsa nell’apocalisse, hai praticamente Snowpiercer .

Il thriller fantascientifico del regista Bong 2013 si svolge in una società distopica interamente ambientata all’interno di un treno, in cui ogni passeggero è rimasto bloccato in qualunque cabina si trovasse. Improvvisamente una gelida eco-apocalisse ha devastato il mondo fuori dalle velocissime mura di Snowpiercer. Quelli davanti vivono nel lusso e nell’indulgenza mentre quelli nella parte posteriore soffrono e muoiono di fame.

Chris Evans interpreta il ruolo di un giovane che è cresciuto nelle cabine posteriori e conduce una violenta ribellione contro coloro che li tengono nello squallore. È una corsa sfrenata e potrebbe essere il film che cattura più da vicino l’atmosfera de Il Buco, ma d’altronde con i “thriller sociali” del regista Bong non si sbaglia mai.

High-Rise

Se stai cercando un parallelo diretto con Il Buco, non puoi evitare High-Rise, un altro thriller con una mentalità sociale che ordina il conflitto di classe in un edificio letteralmente imponente. Ben Wheatley adatta l’omonimo romanzo classico di JG Ballard con il surreale thriller distopico del 2013 con Tom Hiddleston nel ruolo del Dr. Robert Laing.

Un nuovo residente nel lussuoso grattacielo dove i ricchi e potenti hanno tutto ciò di cui hanno bisogno, vede gli inquilini della parte superiore dell’edificio completamente disconnessi con il caos del mondo reale sottostante. La questione si complica, quando le interruzioni di corrente iniziano a sconvolgere il loro paradiso facendoli sprofondare nell’oscurità.

Leggi anche: Bong Joon-ho | il regista Premio Oscar ha intenzione di realizzare un musical

Us

Un’altra narrativa intelligente che abbraccia una rappresentazione letterale sopra e sotto di poveri e non abbienti, il film horror di Jordan Peele del 2019 Us mette i cittadini americani contro una società ombra violenta e angosciata di doppelgånger dal basso. Dopo il suo debutto cinematografico rivoluzionario, Peele fonde ancora una volta il suo spirito arguto con un riff di genere di Twilight Zone su un malato sociale.

Come Il Buco, anche Us parla di un paese in guerra con noi stessi e con i sistemi al di fuori del nostro controllo che ci mettono su lati opposti del campo di battaglia. Quest’ultimo però, lo rende più letterale immergendosi nell’orrore di doppelgånger. In tal modo, apre anche il pavimento dal suo straordinario ensemble, tra cui Elisabeth Moss , Winston Duke , Shahadi Wright Joseph ed Evan Alex , e Lupita Nyong’o nei doppi ruoli principali. La Nyong’o è straordinaria nel film (e sì, ovviamente, è stata derubata durante la stagione dei premi) e la sua interpretazione vale da sola tutto il film di Peele.

Leggi anche: Il Buco | la recensione del disturbante film spagnolo disponibile su Netflix

Ready or not

Non è necessario scavare troppo in profondità nel ciclo delle notizie per capire perché, la guerra di classe è sicuramente nelle menti di molti registi in questi giorni. Un’altra gemma dello scorso anno, in linea con quanto detto fin ora è: Ready or Not.

Una delle commedie horror più piacevoli degli ultimi tempi, con Samara Weaving nei panni di una donna che si sposa in una famiglia di vecchi milionari d’élite, noti per avere una strana usanza la prima notte di nozze. Vale a dire, devono uccidere una sposa molto sfortunata a ogni generazione, per far sì che l’intera famiglia non venga maledetta. Nel cast troviamo un favoloso Adam Brody in un ruolo di supporto che ruba la scena piena di pathos.

The Hunt – La caccia

Prendi la guerra di classe, trasformalo in un gorefest iper-tempestivo e iperpolitico con una bizzarra finitura yuk-it-up e hai The Hunt . Il controverso thriller di Most Dangerous Game della Universal ha suscitato un grande successo l’anno scorso quando il trailer è stato rilasciato. Craig Zobel offre una commedia horror sorprendentemente bizzarra e ridicola che spara apertamente su str****, idioti e bigotti del mondo della politica.

Leggi altre notizie di cinema: Clicca Qui

La sceneggiatura di Nick Cuse e Damon Lindelof mostra un film di sopravvivenza ben fatto e coinvolgente con alcune scelte assolutamente selvagge lungo la strada. La maggior parte di queste decisioni appartengono a Betty Gilpin regalando una performance unica nel suo genere che eleva il film.