La Casa di Carta | 10 curiosità sul ‘Professore’ Álvaro Morte

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:52

Scopriamo insieme 10 curiosità che riguardano l’attore Álvaro Morte noto per essere Il Professore della serie La Casa di Carta su Netflix.

Finalmente il grande giorno è arrivato! La quarta stagione della serie spagnola La Casa de Papel, conosciuta anche come La Casa di Carta è arrivata su Netflix. Il pubblico non stava aspettando altro da moltissimi mesi, dimostrando una grande affezione ai personaggi e alla storia soprattutto sui social network. Tra i tanti protagonisti che compongono il cast, l’attore Álvaro Morte noto come Il Professore, artefice di aver architettato la rapina alla Zecca di Stato spagnola – è tra i nomi più cliccati e apprezzati dagli spettatori. Scopriamo insieme 10 curiosità che riguardano la sua carriera e la sua vita privata prima di diventare una delle colonne portanti della serie.

Le origini di Álvaro Morte

1. Álvaro Morte o meglio Alvaro Antonio Garcia è nato a Algeciras, Cádiz, in Spagna. La scelta di cambiare nome è stata dopo aver deciso di dedicare la sua vita alla recitazione.

2. La carriera di attore è stata una scelta presa con il tempo, dato che per molti anni è stato un brillante studente di ingegneria. A un certo punto della sua vita, ha deciso di cambiare radicalmente rotta, orientandosi verso la Scuola di Arte Drammatica di Cordova.

Leggi anche: La Casa di Carta | i migliori personaggi della serie Netflix

La vita privata di Álvaro Morte

3. Per Morte l’amore è fondamentale nella sua vita da sempre e in diverse occasioni ha dichiarato: “Quando ci si innamora, bisogna dare il massimo.”

4. Questo profondo sentimento è riuscito a trasformarlo in realtà grazie alla stilista Blanca Clemente, con la quale è legato da moltissimi anni e più giovane di lui, di tre anni. Dalla loro splendida unione, sono nati due gemelli Leon e Juliet dei quali è innamorato perso.

La lotta contro una bruttissima malattia

5. Nel corso della sua vita, Il Professore ha dovuto fare i conti con una brutta malattia che ha rischiato di compromettere tutta la sua vita e carriera di attore. Un giorno dopo un banale controllo, gli venne diagnosticato un tumore alla gamba, talmente aggressivo da essere stato a un passo dall’amputazione. Fortunatamente, seguendo le cure adeguate è riuscito a sconfiggerlo per sempre.

Meticolosità è la sua parola d’ordine

6. Per l’attore spagnolo, nato come ingegnere ma diventato attore nel tempo, c’è solo una parola che rimbomba nella sua testa a ogni occasione: meticolosità. Secondo quanto dichiarato anche dai suoi colleghi di set, pare che Morte sia un vero perfezionista e sia profondamente allergico a situazioni improvvisate e non studiate nei minimi dettagli. Direi che il ruolo del Professore è perfetto per lui.

Leggi anche: Netflix | tutti i film e le serie tv in arrivo ad aprile sulla piattaforma streaming

È stato protagonista della soap opera spagnola Il Segreto

7. Prima ancora di indossare i panni de Il Professore ne La Casa di Carta, l’affascinante Alvaro è stato il medico Lucas Moliner per diversi episodi della serie. In Italia, il successo fu talmente eclatante, da essere stato ospite di trasmissioni di successo della tv italiana come C’è posta per te di Maria De Filippi e il talk show Verissimo condotto da Silvia Toffanin.

La passione per il passato…

8. Tra le tante passioni, oltre al teatro, il cinema ricopre un ruolo molto importante nella sua vita e formazione artistica. Il suo film preferito pare essere Un Americano a Parigi, il noto musical diretto da Vincente Minnelli mentre il suo libro preferito pare sia L’amore ai tempi del colera scritto da Gabriel García Márquez.

Leggi altre notizie di Tv-Serie Tv e Fiction: Clicca Qui

Professore nella finzione e nella realtà

9. Il Professore è davvero un professore. Giuro, non è una battuta. Morte per un periodo ha vissuto in Finlandia insegnando teatro, come esperto del drammaturgo inglese William Shakespeare e del teatro elisabettiano. Non c’è niente da fare, un ruolo cucito su misura…

Il teatro è il suo primo amore, dopo la moglie…

10. E dulcis infundo, il teatro è una delle tante passioni che condivide con la moglie Blanca. Una passione talmente forte, da aver convinto i due a fondare una compagnia teatrale chiamata 300 Pistolas. La decisione venne presa nel 2012 dopo aver visto uno spettacolo teatrale – a detta loro – imbarazzante. Per questo motivo, in modo del rispetto per questa nobile arte, i due coniugi decisero di mettere in piedi una compagnia per fornire un teatro più moderno e dignitoso.