Home Economia La proposta di Maria Elena Boschi:”500 euro a famiglia per chi viaggia...

La proposta di Maria Elena Boschi:”500 euro a famiglia per chi viaggia in Italia”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:52
CONDIVIDI

Il Coronavirus ha messo in ginocchio il turismo. Maria Elena Boschi propone un bonus di 500€, alle famiglie da spendere in Italia.

(Photo Getty Images)

Il presidente di Italia Viva alla Camera dei Deputati, Maria Elena Boschi, ha le idee chiare per rilanciare il turismo italiano, che in questo momento è in piena crisi a causa della pandemia. Con un tweet fa sapere che ha proposto un bonus di 500€ per ogni famiglia da spendere in Italia. Secondo l’ex ministro serve ai nuclei familiari con minori e farebbe bene al settore del turismo. Definisce tale idea: “Una piccola boccata d’ossigeno per un’industria in ginocchio”. Dello stesso avviso è il ministro per le Pari Opportunità e la Famiglia Elena Bonetti.

Leggi anche: Coronavirus, a Brescia su 100 infetti, 77% migliora con Tocilizumab

Leggi anche: Il ministro Azzolina istituisce un Comitato di esperti per la scuola

A causa del lock down circa 90 destinazioni hanno chiuso completamente o in parte i confini ai turisti. A queste, altre 44 sono chiuse a determinati turisti a seconda del paese d’origine. Questi sono i dati emersi dal rapporto del Untwo, l’agenzia delle Nazioni Unite per il turismo, che monitora i flussi dei viaggi. Il Coronavirus ha bruscamente interrotto il settore dei viaggi e nella fase della riapertura si cerca di rimetterlo in moto.

In un momento delicato per l’economia a molti riesce difficile poter organizzare una vacanza. Questo settore non era mai stato così colpito. Il segretario generale dell’Untwo, Zurab Pololikashvili, è intervenuto sul tema: ” Il Coronavirus ha avuto un impatto sui viaggi e sul turismo come nessun altro evento nella storia”. Aggiunge:” I governi hanno posto la salute pubblica al primo posto e introdotto restrizioni complete o parziali sui viaggi”. Sì, l’impatto è duro e per questo che l’ex ministro ha suggerito, che un contributo minimo si può aiutare questo settore importante per l’economia italiana.

Secondo il presidente Associazione di Turismo Responsabile, Maurizio D’Avolio, le vacanze di quest’anno le faremo in Italia. Aggiunge una considerazione e calcola un rischio: l’impatto del distanziamento sociale sui prezzi, che potrebbero lievitare visto il numero limitato di posti. Ecco, anche D’Avolio concorda con la proposta della Boschi: “Per questo siamo anche noi d’accordo con il bonus vacanze che offre un po’ di aiuto alle famiglie e con i voucher che invece consentono agli organizzatori di mantenere qualche prenotazione e una piccola liquidità”.