Home Gossip Giorgio Tirabassi infarto: il drastico cambiamento dell’attore

Giorgio Tirabassi infarto: il drastico cambiamento dell’attore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:59
CONDIVIDI

Giorgio Tirabassi ha raccontato il perché si rifiuta di raccontare in televisione la vicenda che lo ha visto protagonista nei mesi scorsi. 

Giorgio Tirabassi e il grave malore

Non è passato molto tempo dalla terribile vicenda che ha riguardato Giorgio Tirabassi. Lo scorso novembre l’attore è stato ricoverato urgentemente all’ospedale di Avezzano, in provincia dell’Aquila. Un infarto, che lo ha colpito mentre si trovava a Civitella Alfedena, borgo di 280 anime a 1100 metri di altitudine nel cuore del Parco nazionale d’Abruzzo. Il 60 enne era giunto in condizioni gravissime dopo aver presenziato ad un evento organizzato dal Comune dove veniva proiettato il suo film “Il grande salto”. L’attore, a margine di quel triste episodio ha deciso di voler voltare pagina e tornare a parlare di cinema e televisione. I fan potranno tornano ad ammirare l’attore romano a partire da sabato 9 maggio alle 22.00 su Rai3. La serie si intitola Liberi tutti, e Giorgio rivestirà i panni di un avvocato.

LEGGI ANCHE ——-> Mara Venier e Ventura, perchè hanno litigato? C’entra Antonio Zequila

LEGGI ANCHE ——-> Mara Venier su Nicola Carraro: “Mio marito è impazzito”

“Basta parlare del mio infarto”

In una recente intervista rilasciata a Tv Sorrisi e Canzoni l’attore è tornato velocemente a parlare dell’episodio che ha stravolto la sua vita. Il 60 enne romano si è così espresso: Infarto e sette giorni in ospedale. La botta è stata tale che ho proprio cambiato stile di vita. Ho persino chiuso con le sigarette, io che fumavo da sempre. Ogni tanto però mi capita di sognare che sto fumando. Che gran sogno. Il bello è che un sacco di programmi televisivi mi hanno invitato per raccontare quella esperienza, ma io ho detto no“. Il motivo di questa scelta? Non mi piace mescolare la sfera pubblica e quella privata. Lo so di andare controcorrente nell’epoca della condivisione. Ma mi sembra poco elegante. Anche i social li uso pochissimo, li trovo invadenti.