Fase 2: azienda padovana consente ai genitori di portare figli a lavoro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:45

Fase 2: azienda padovana consente ai genitori di portare figli a lavoro. I bambini verranno poi accolti in un’area loro dedicata

Fase 2: in azienda padovana genitori al lavoro con i figli
Fase 2: in azienda padovana genitori al lavoro con i figli (GettyImages)

Parte da lunedì 25 maggio l’iniziativa di un’azienda padovana, l’I-Tronik di Vigonza che consentirà ai genitori di portare i propri figli (in età scolare) a lavoro. All’entrata verrà misurata la temperatura con il termoscanner e poi si verrà divisi. I bambini verranno accolti in un apposito spazio loro dedicato e i genitori in ufficio. Questa è la scelta dei tre soci Stefano Germani, Michele Mattei e Lorenzo Rizzoli, la cui azienda si occupa di elettronica. Per dare una concreta risposta alle esigenze dei loro lavoratori nella Fase 2 si è adottata la suddetta idea.

Leggi anche:—>Madre muore a 40 anni per Coronavirus: contagiati tutti i familiari

Leggi anche:—>Cusimano (Usb): profitti prima della salute causa del disastro in Lombardia

I bambini verranno ospitati in un ambiente di 2000 metri quadri, con tanto di giardino esterno e i locali tutti rigorosamente attrezzati secondo le norme sanitarie previste per le attività in tema di Coronavirus. Si useranno quindi plexigass, gel igienizzanti, mascherine, ecc.

Sedie, banchi, giochi e intrattenimenti ma soprattutto l’occhio vigile delle mamme rendono questa iniziativa strategica”, racconta Germani, “perché in qualsiasi momento della giornata
possono verificare il livello dell’entusiasmo dei figli“. Sono inoltre previste lezioni e guide interattive atte al recupero delle materie scolastiche. I bambini potranno anche pranzare e fare merenda nei locali, e vi sarà un servizio di baby sitting.