Labyrinth | ecco chi dirigerà il sequel del celebre film con David Bowie

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:18

Il celebre film cult Labyrinth – Dove tutto è possibile, lungometraggio fantastico del 1986 diretto da Jim Henson con David Bowie, avrà un sequel. Svelato ufficialmente il nome del regista che se ne occuperà.

Sarà Scott Derrickson, già regista del cinecomic Doctor Strange, a dirigere il sequel di Labyrinth – Dove tutto è possibile, cult fantastico del 1986 diretto da Jim Henson con David Bowie nello storico ruolo di Jareth, il re dei Goblin. 

Labyrinth avrà un sequel

Il Re dei Goblin che fu interpretato 34 anni fa al cinema da David Bowie sta per tornare. Adesso è infatti ufficiale: il sequel di Labyrinth – Dove tutto è possibile è finalmente in arrivo. Le notizie relative al progetto si rincorrono da anni, ma adesso il magazine Deadline annuncia ufficialmente i nomi di chi si occuperà del film. La TriStar Pictures avrebbe affidato la direzione del film al regista di Doctor Strange, Scott Derrickson, che sui social sembra confermare la notizia. Maggie Levin, invece, si occuperà della sceneggiatura, mentre Lisa e Brian Henson saranno rispettivamente produttrice e produttore esecutivo.

Scott Derrickson alla regia

Scott Derrickson viene consacrato nel 2012 dal successo di Sinister, film horror con Ethan Hawke che, a fronte di un budget di 3 milioni di dollari, riuscì ad incassare in tutto il mondo 77 milioni di dollari, tanto da spingere la Blumhouse Pictures a mettere in cantiere un sequel (che però vide coinvolto Derrickson solo come produttore e sceneggiatore). Sulla scia di quel risultato, a Derrickson venne offerta la regia di Doctor Strange, prodotto dai Marvel Studios. Il cinecomic con Benedict Cumberbatch è stato molto apprezzato e al momento è in cantiere un secondo capitolo che sarà diretto da Sam Raimi. 

Leggi anche -> Terry Jones | 5 film per ricordare il fondatore dei Monty Python

Il cult del 1986

I personaggi principali del cult del 1986 scritto da Terry Jones erano Jareth il re dei Goblin, interpretato da David Bowie, e Sarah, una giovane Jennifer Connelly. La trama si basava sul percorso della ragazzina protagonista in uno strano labirinto fantastico. La maggior parte degli altri ruoli importanti erano invece rappresentati da pupazzi, come nel classico stile di Jim Henson, creatore dei Muppets.