Georgette Polizzi dichiarazioni choc: “Mia madre mi picchiava a sangue”

Georgette Polizzi si è aperta sui giorni della sua infanzia, rivelando un passato fatto di violente e soprusi

Georgette Polizzi ha sconvolto la rete condividendo alcuni ricordi dolorosissimi che si vanno aggiungere al quadro già non proprio roseo della ragazza.

La Polizzi, che si è fatta conoscere grazie alla sua partecipazione al reality sentimentale Temptation Island si è sempre mostrata aperta e schietta su tutto ciò che la riguardava, cosa che le ha portato una grande simpatia da parte del pubblico. Due anni fa si è svegliata semi-paralizzata nel letto e ha scoperto così di essere affetta da sclerosi multipla. Ora la donna si apre sui giorni terribili della sua infanzia.

Le dichiarazioni choc

Stavolta Georgette Polizzi ha lasciato che fosse Instagram ha raccontare la sua verità e a farsi veicolo della sua confessione che risale a quando era una bambina.

Sembra infatti che la vita difficile della designer ed influencer sia sempre stata fatta di ostacoli. Se il web ricorda ancora le sue lacrime dopo la notizia di non potere avere figli e la confessione di aver pensato anche al suicidio, queste nuove dichiarazioni non fanno altro che contribuire a far emergere la figura di una donna che ha passato tutta la vita a combattere, neanche si fosse trovata su un campo di battaglia.

Ecco allora che la Polizzi si è trovata a raccontare parte dei soprusi e delle violenze che ha dovuto subire quando era bambina per mano della persona che avrebbe dovuto amarla più di tutti, sua madre. La donna lo racconta nel suo libro I lividi non hanno colore, di cui legge uno stralcio in un video comparso su Instagram.

Ed ecco il racconto agghiacciante: “Mia madre era una dirigente di banca ma l’incontro con mio padre e la mia nascita le hanno cambiato la vita. Mio nonno era di Monreale e l’ha disconosciuta quando ha scoperto di essere incinta di me. Lei non era violenta, era una bestia. Mi spegneva le sigarette sulla pelle, mi mordeva, mi picchiava a sangue con qualsiasi oggetto a portata di mano. Sul mio corpo porto ancora i segni”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Il mio libro inizia così… #mancasempremeno #ilividinonhannocolore @mondadorielecta

Un post condiviso da GEOᖇGETTE ᑭOᒪIᘔᘔI ® (@georgettepol) in data: 29 Mag 2020 alle ore 2:28 PDT

LEGGI ANCHE —-> Temptation Island, che fine ha fatto Georgette? Come sta dopo la malattia

LEGGI ANCHE —-> Sclerosi Multipla| I racconti dei vip che sono malati

Il racconto della donna, poi, prosegue: “Mi chiudeva nello stanzino al buio per ore, secondo lei era la giusta punizione e io mi facevo la pipi addosso perché non riuscivo a tenerla per così tanto tempo e rannicchiata, lo spazio era troppo stretto”. La madre di Georgette Polizzi è poi morta, uccisa dal suo compagno.