Rebibbia, malato di covid in isolamento si toglie la vita in carcere

Carceri, un altro detenuto si toglie la vita in isolamento. Si tratta del 22esimo suicidio in carcere dall’inizio del 2020

Carceri, un altro detenuto si toglie la vita in isolamento
Carceri, un altro detenuto si toglie la vita in isolamento (GettyImages)

Si è impiccato in carcere ieri mattina all’alba P.B., 42 anni, detenuto a Rebibbia, a Roma, in isolamento. Si tratta del 22esimo suicidio dall’inizio del 2020 in carcere e il terzo in isolamento sanitario preventivo. L’uomo che si è tolto la vita avrebbe terminato di scontare la sua pena nel 2022 e lavorava al G 12. Dato che il 25 maggio aveva fatto ingresso nel carcere un nuovo detenuto, che poi era risultato asintomatico, si erano disposti per i nuovi ingressi isolamenti precauzionali di detenuti e staff venuti in contatto con l’uomo.

Leggi anche:—>Il nostro inviato aggredito alla manifestazione dell’estrema destra

Leggi anche:—>Manifestazione di ultras ed estrema destra: scontri, aggredito un giornalista

A quanto pare, alla base del suicidio, ci sarebbero anche brutte notizie arrivategli telefonicamente dalla sua famiglia. L’uomo non avrebbe retto in isolamento un momento così duro. E intanto l’emergenza in carcere continua. La notizia è stata data in prima battuta dalla Garante del Comune di Roma, dott.ssa Gabriella Stramaccioni.