Home Economia Turismo Mariangela De Biase: “Pronti a ripartire, ma ci aspettavamo aiuti tempestivi”

Turismo Mariangela De Biase: “Pronti a ripartire, ma ci aspettavamo aiuti tempestivi”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:13
CONDIVIDI

La situazione del turismo in Italia è in forte crisi dopo l’emergenza coronavirus. Noi di Meteoweek abbiamo video intervistato Mariangela De Biase, vice presidente del consorzio turistico di Maratea e presidente del Destination Wedding diventato un punto di riferimento per il settore matrimoni.

Maratea è nota a tutti come la “perla del Tirreno” ed è una delle mete turistiche nazionali ed internazionali più gettonate. Il coronavirus ha colpito anche la città della Basilicata, che però è pronta a ripartire accogliendo i turisti che vorranno scegliere le splendide spiagge, a partire dalla mitica “Spiaggia Nera” scelta recentemente anche da Laura Pausini come scenario per un suo  videoclip.

La stagione estiva del turismo a Maratea è da sempre quella fondamentale, ma purtroppo le difficoltà saranno molte e la vera speranza dopo il rinvio di tanti matrimoni riguarda il ritorno dei turisti. Maratea dal canto suo ha messo in atto ogni accorgimento, aprendo anche un presidio contro il covid-19 proprio per far sentire al sicuro chi sceglierà di trascorrere le proprie vacanze in questi splendidi scenari.

A seguire trovate l’intervista all’imprenditrice Mariangela De Biase proprietaria dell’Hotel Villadelmare SPA Luxury, oltre  vice presidente del consorzio turistico di Maratea e presidente del Destination Wedding con il quale è riuscita a diventare un punto di riferimento per il settore matrimoni. In calce all’articolo c’è anche il video.

Com’è stato l’impatto del covid-19 sia sugli abitanti di Maratea che relativo al turismo?

“Credo come ovunque, le attività commerciali ferme e poca socialità. Il problema più grave sotto il profilo economico è stata l’emergenza nella parte iniziale della stagione turistica, fondamentale per la nostra economia. Sottraendo le importanti risorse destinate alla riapertura estiva non ci sono state per i mancati incassi invernali. Il nostro territorio ha lenito in gran parte i disagi del distanziamento sociale e della crisi economico”.

Lei è titolare dell’Hotel Villa Del Mare, come vi state organizzando per riaprire?

“Stiamo organizzando la sicurezza dei nostri ospiti, ma anche al nostro personale che opera nella struttura. Siamo attenti a tutti quei comportamenti virtuosi che dovremmo mantenere tutti per evitare il diffondersi del virus. Dopo questo periodo tutti abbiamo bisogno di una vacanza. L’aria e la cucina sana faranno il resto”.

Lei è anche presidente del Destination Wedding, qual è stato l’impatto del virus sul settore del matrimonio?

“Con una lunga e proficua esperienza vi confermo che il comparto dei matrimoni è stato particolarmente danneggiato: niente cerimonie, niente convegni e poi è mancato tutto ciò ad esso correlato. Il danno economico è considerevole nell’immediato, ma più che cancellazione le persone che ci hanno scelto hanno solo ricollocato la data. Chi ci ha scelto fortunatamente ci ha confermato la sua fiducia, questo ci riempie di orgoglio”.

Sono stati sufficienti gli aiuti del governo gli aiuti al turismo ed in particolare al vostro settore?

“È presto per parlare degli aiuti economici al settore, avremmo gradito maggiore tempestività. Continueremo a sperare e contiamo soprattutto sul fatto che il turismo è un settore strategico che pesa sul PIL. Siamo in attesa degli aiuti del Governo e di tutti gli enti preposti, senza trascurare che puntiamo sul turismo stagionale”.

Quando pensa che potrà tornare alla normalità il settore del matrimonio?

“Per rispondere in maniera concreta dovremo attendere l’evolversi dei dati per i matrimoni. Chi si sposa vuole che sia una giornata perfetta e da ricordare per tutta la vita. Noi siamo pronti sin da oggi, non ci resta che attendere le scelte degli sposi. Il ritorno è favorevole, non possiamo far altro che attendere”.

Cosa vorrebbe dire per rassicurare il ritorno del turismo interno ed esterno a Maratea per questa estate?

“Per Maratea parlano i numeri, siamo rimasti una delle zone a contagio zero e tali vorremmo restare cautelandoci. Chi viene nelle nostre strutture di Maratea Sto arrivando! che può contare nel massimo rispetto dei protocolli. io sono il vice presidente del consorzio turistico di Maratea posso confermare che abbiamo immediatamente avviato una task force che ci ha permesso di ottenere grandi risultati sul contenimento del virus. Abbiamo un luogo sano, rilassante e raffinato con uno stile inimitabile come Maratea. Abbiamo ottenuto un presidio anti-covid direttamente sul territorio proprio per cautelare i nostri ospiti”.

Leggi anche >> Turismo, le nuove regole da rispettare per l’estate 2020

Leggi anche>> Marco Alberizzi, video intervista esclusiva al CEO di Stock Spirits Italia