Home Economia Taglio dell’Iva per rilanciare i consumi? Ecco cosa sta accadendo.

Taglio dell’Iva per rilanciare i consumi? Ecco cosa sta accadendo.

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:19
CONDIVIDI

Accende gli animi l’ipotesi del taglio dell’Iva per incentivare i consumi. L’Italia deve ripartire, ma sicuri che uno scenario simile possa concretizzarsi?

Il Governo deve valutare tutte le proposte

Il Governo le sta pensando tutte per far ripartire il Paese. Tra le varie proposte al vaglio dell’Esecutivo, fa discutere quella di tagliare l’Iva per rilanciare i consumi. Un’ipotesi che già spacca e divide la forze politiche. Il Ministro dell’ Economia, Roberto Gualtieri, proprio in merito alla questione è intervenuto al convegno “Obiettivo rilancio” – Telefisco 2020 invitando alla prudenza.

LEGGI ANCHE—->Effetto Coronavirus: meglio lavorare. Calo degli iscritti alle Università

LEGGI ANCHE—->Crollo del Pil e aumento del debito pubblico. L’Italia trema

“Stiamo esaminando tutte le varie opzioni ma siamo solo a questo stadio. Dopo le parole del presidente del Consiglio c’è stato un animato dibattito su giornali, il Governo per definizione esamina tutti gli scenari e poi prenderà una posizione anche in base alla valutazione del quadro delle risorse e dell’andamento dell’economia, aspettiamo i dati, avremo l’assestamento bilancio”. Insomma, Gualtieri avverte, si tratta di una semplice ipotesi, il Governo è tenuto a prenderla in considerazione, non a tramutarla in realtà.

Gualtieri invita alla cautela e guarda al futuro

Roberto Gualtieri, pensa al futuro e tra migliaia di ipotesi, improbabili scenari e discussioni che infiammano le forze politiche, auspica che si giunga presto all’approvazione di una concreta riforma strutturale: “Noi stiamo analizzando strutturalmente tutti i vari elementi. Da un punto di vista strutturale l’obiettivo del Governo è quello di una riduzione del costo del lavoro e lo abbiamo iniziato a fare con il cuneo fiscale. Abbiamo cancellato tutte le clausole di salvaguardia per i prossimi anni, quindi abbiamo eliminato tutti gli aumenti dell’Iva. Poi da un punto di vista congiunturale, da un punto di vista macroeconomico ci sono casi come la Germania che ha considerato opportuno per alcuni mesi, ma solo per alcuni mesi e solo per alcune categorie, abbassare l’Iva per dare una spinta ai consumi ma questo da un punto di vista congiunturale”.

Per il Ministro dunque, l’ipotesi di tagliare l’Iva va ponderata, non si può non tenere in considerazione i tanti fattori che contribuiscono a creare il quadro economico di un Paese. La proposta va esaminata, ma per giungere alla realizzazione di una simile manovra, devono essere soppesati i tanti interessi in gioco. Ciò che conta davvero per Gualtieri, ora è varare il Decreto Semplificazioni il prima possibile :” Per noi adesso la priorità è varare il Dl Semplificazioni, che è fondamentale per la messa a terra degli investimenti”.