Home Gossip Amanda Sandrelli racconta la malattia: “ho avuto paura”

Amanda Sandrelli racconta la malattia: “ho avuto paura”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:22
CONDIVIDI

Amanda Sandrelli a Io e Te, il programma di Pierluigi Diaco, riporta alla luce i tragici momenti della malattia che hanno segnato la sua vita una decina di anni fa.

Amanda Sandrelli ricorda quei brutti momenti

Una madre e una figlia che si raccontano. Stefania e Amanda Sandrelli recentemente sono stati ospiti di Pierluigi Diaco a “Io e te”, intrattenendo il pubblico con una piacevole conversazione ricca di ricordi e di rivelazioni sulla vita di oggi.

Amanda, regista e attrice, figlia di Stefania Sandrelli e Gino Paoli, non ha esitato a condividere un momento della sua vita molto delicato, vissuto molti anni fa. Forse non tutti sanno che Amanda nel 2009 si è trovata a dover fronteggiare il cancro.

La vicinanza del fratello

Dal racconto dell’ attrice spicca la presenza di suo fratello, Vito Pende, che Stefania Sandrelli ha avuto dal chirurgo Nicky Pende, sposato nel 1972. Il fratello infatti le è stato accanto, sostenendola in quel periodo terribile.

A mettere l’accento sull’ importanza delle persone care, soprattutto in certe situazioni drammatiche, ci ha pensato Pierluigi Diaco che ascoltando le parole della Sandrelli commenta:“Sai che mi colpisce moltissimo Vito pur non avendolo mai conosciuto perché una delle persone a me più care ha vissuto il male che hai vissuto tu nel 2016 e la prima persona a cui l’ha detto sono stato io e so che la prima persona che ha saputo del tuo male è stato Vito, che ti è stato accanto, e penso che Vito sia un essere umano speciale, mi limito a dire questo”. Amanda conferma aggiungendo: “Sì è anche un gran medico”

Il lavoro del professor Veronesi

Un’esperienza quella del cancro che non lascia di certo inosservati e che Amanda Sandrelli ha voluto raccontare più volte, come nel 2016, durante un’intervista del Corriere della Sera: “Inutile dire che, quando mi hanno detto la diagnosi, ho avuto paura. In quei momenti ti trovi su un crinale, senti la parola ‘cancro’ e pensi alla morte o alle mutilazioni. Da questo punto di vista, il lavoro del professor Veronesi è stato importantissimo: ha permesso alle donne di operarsi con la certezza di non essere mutilate”.

LEGGI ANCHE ——–>Stefania Sandrelli in difficoltà: “Ho bisogno di lavorare per vivere, ho perso tre lavori”

LEGGI ANCHE ——–>Gino Paoli sul governo: “Dilettanti allo sbaraglio”

Il caso di Amanda Sandrelli per fortuna si è risolto nel migliore dei modi: l’attrice infatti, senza dover ricorrere ad alcuna terapia, è guarita con un’operazione.