Venezia, Operazione Alto Impatto: denunciato lo straniero che ha aggredito il capotreno

Il Compartimento Polizia Ferroviaria per il Veneto ha effettuato una serie di stretti controlli nella nella stazione ferroviaria di Venezia-Mestre: 5 le persone denunciate, tra cui un cittadino straniero indagato per per lesioni, nell’Operazione Alto Impatto.

polizia ferroviaria - operazione alto impatto
operazione alto impatto – foto di repertorio

Continuano a concretizzarsi con successo le manovre disposte dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza. L’obiettivo è quello di rendere le stazioni e le infrastrutture ferroviarie più sicure, contrastando in generale tutte le attività illecite, grazie all’operazione “Alto Impatto” messa in atto dalla Polizia Ferroviaria per il Veneto.

Divulgati i dati dalle forze dell’ordine: sono 336 le persone che sono state identificate dalle forze dell’ordine, 250 i bagagli controllati, e ben 26 gli agenti impegnati, coadiuvati dal personale del Reparto Prevenzione Crimine della Questura. Le attività di controllo straordinarie si sono svolte nella stazione ferroviaria di Venezia-Mestre.

Secondo quanto viene riportato dalle fonti, a seguito delle operazioni sarebbero 5 le persone denunciate all’Autorità Giudiziaria, per reati contro il patrimonio, per violazione della normativa sull’immigrazione, per false dichiarazioni sull’identità personale e per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Denunciato lo straniero che ha aggredito il capotreno

Con l’ultimo intervento effettuato sotto le disposizioni della cosiddetta “Operazione Alto Impatto – Controlli straordinari stazioni ferroviarie”, il Dipartimento della Pubblica Sicurezza ha eseguito un’attività straordinaria di controllo sia dei tanti viaggiatori che usufruiscono della linea, che dei rispettivi bagagli. I controlli sono stati effettuati all’interno della stazione di Venezia-Mestre, così come anche nelle aree immediatamente adiacenti – anche queste estremamente e regolarmente interessate dal grande flusso di viaggiatori.

polizia ferroviaria
polizia ferroviaria – foto di repertorio

LEGGI ANCHE: Grave lutto per Luca Dotto: muore Guglielmina Cosma, la madre del campione azzurro di nuoto

LEGGI ANCHE: Infermiere cremonese si sfoga su Fb: “abbiamo ricominciato a ricoverare i pazienti Covid

Sempre secondo quanto è possibile apprendere dalle fonti, però, salta all’interesse un caso in particolare. Durante la predetta operazione, infatti, una pattuglia della Sezione Polizia Ferroviaria ha indagato un cittadino di origine straniera per lesioni. Pare in effetti che l’uomo fosse stato già segnalato alla Polfer da parte di un capotreno, dopo che quest’ultimo – durante il suo orario di servizio – era stato spinto e strattonato. Il passeggero del convoglio, infatti, era salito sul treno insieme alla sua bicicletta, ma alla richiesta da parte del capotreno di esibire dei titoli di viaggio validi avrebbe reagito nel peggiore dei modi, colpendolo violentemente.