Home Cronaca Gualdo Cattaneo, fuga dei migranti. La denuncia del deputato leghista

Gualdo Cattaneo, fuga dei migranti. La denuncia del deputato leghista

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:39
CONDIVIDI

Virginio Caparvi ha scritto un post dopo il ritrovamento di due migranti fuggitivi. Il sindaco di Gualdo Cattaneo, Enrico Valentini, dice: “Gestione superficiale da parte del Governo”. Problemi anche nell’hotspot di Taranto.

gualdo-cattaneo-migranti

Rischia di scoppiare un nuovo caso relativo ai migranti trasportati dalla Sicilia nel resto d’Italia. Questa volta, l’episodio è avvenuto in Umbria, nella ridente cittadina di Gualdo Cattaneo. Qui, stando a una segnalazione effettuata da un esponente della Lega, si è verificata una vera e propria fuga dei migranti che erano stati posti in quarantena. Buona parte di loro erano risultati negativi al tampone per verificare l’eventuale presenza del Coronavirus. In ogni caso, in base alle nuove norme disposte, avrebbero dovuto rispettare la quarantena precauzionale.

Virginio Caparvi, esponente della Lega, ha svelato tutto su Facebook. Il tutto si è verificato dopo il ritrovamento dei primi due migranti, beccati in giro per Gualdo Cattaneo. Si trattava di due dei 25 soggetti che da Agrigento hanno fatto rotta verso la cittadina umbra. “Dei 25 tunisini arrivati giovedì sera a Gualdo Cattaneo, peraltro senza che il sindaco venisse avvisato se non poche ore prima, 23 sono subito scappati. Non si trovano più e hanno dunque violato la quarantena cui erano sottoposti”, ha scritto Caparvi. E ora a Gualdo Cattaneo sono scattate le ricerche.

Ricordiamo che i 25 migranti a cui fa riferimento il leghista, sono arrivati a Gualdo Cattaneo lo scorso 16 luglio. Vi erano stati trasportati da Agrigento, con la prefettura che ha trovato per loro una sistemazione in un ex agriturismo gestito da una cooperativa sociale. Due giorni dopo il loro arrivo, ben 23 migranti si sono allontanati e sono riusciti a far perdere le loro tracce. Da qui le forze dell’ordine sono state costrette ad avviare le operazioni di ricerca, puntando sulla deformazione di Gualdo Cattaneo, in cui i collegamenti sono perlopiù strade comunali e vicinali.

Il leghista Virginio Caparvi – meteoweek.com

Scoppia la rabbia da parte del sindaco di Gualdo Cattaneo. Enrico Valentini si è scagliato contro il Governo Conte, reo di aver trattato in maniera pessima la gestione dei migranti arrivati in questi giorni. “L’ente locale è escluso completamente dalle scelte in tema di migranti – ha dichiarato – . Sul loro arrivo sono stato avvisato tramite mail lo stesso giorno. Ho espresso poi telefonicamente il mio dissenso, per la mancanza di condivisione della scelta e per il preavviso troppo breve. La gestione dei migranti da parte del governo è stata a dir poco superficiale”.

Leggi anche -> Il senatore di Forza Italia diventa un eroe: salvati due bagnanti

Leggi anche -> Un bagno in piscina, poi il malore improvviso: muore a soli 7 anni

Ma non è solo Gualdo Cattaneo a rendere noti episodi che riguardano migranti arrivati dalla Sicilia dopo il loro sbarco. Anche nell’hotspot di Taranto, infatti, stanno emergendo dei gravi problemi nella gestione dei clandestini. Sono oltre 20 quelli che sono riusciti a fuggire dalla struttura pugliese nella serata di ieri. Questi migranti si trovavano a Taranto in attesa di essere inviati in altri centri, dopo essere stati identificati. Altri fuggitivi sono stati fermati in tempo dalla polizia, e dopo i controlli sono risultati negativi al tampone.