Home Politica Salvini a giudizio per il caso Open-Arms si mostra “tranquillo e sereno”

Salvini a giudizio per il caso Open-Arms si mostra “tranquillo e sereno”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:06
CONDIVIDI

Il Senato vota sul caso Open-Arms. Continuano gli sbarchi in Sicilia e le fughe dei migranti dai centri di accoglienza. L’ira di Musumeci.

salvini a giudizio per il caso open arms

Il Senato è chiamato a decidere se confermare o meno la decisione della Giunta delle elezioni che a maggio votò contro l’autorizzazione a procedere per i fatti relativi alla nave Open Arms al tempo in cui Salvini era ministro dell’Interno. L’accusa era ed è, di sequestro di persona di 164 migranti soccorsi nel Mediterraneo, il cui sbarco nel porto di Lampedusa fu bloccato dal segretario generale della Lega per 19 giorni. Perché sia confermato il “no” al processo, l’ex ministro deve ottenere i voti della maggioranza assoluta dei senatori, ovvero 160 che confermino il parere della giunta. Ieri Salvini si è detto “sereno e tranquillo”. “Vado in Aula a testa alta e se dovrò rispondere per il presunto reato di aver difeso il mio Paese, ci vado assolutamente tranquillo”, avverte. Matteo Renzi in Aula si è proclamato a favore del voto, dichiarando che il Pd ha sempre pensato che nella gestione della politica migratoria il governo Gialloverde abbia sempre fallito. “Noi eravamo quelli che contro l’idea dei più volevano lo Ius Culturae e che occorresse andare alle riunioni in Europa”. Renzi prosegue parlando del funzionamento della giustizia e del rapporto tra magistratura e politica sostenendo che il Senato non debba decidere se Salvini sia colpevole o meno, quanto se ci fosse un preminente interesse pubblico nel non far sbarcare i migranti. Per Emma Bonino Matteo Salvini potrà difendersi al processo, “i motivi di sicurezza nazionale devono comportare reale pericolo all’integrità dello Stato, alla vita e all’incolumità delle persone. Motivi che io non vedo.” “Io ritengo che il ministro Salvini abbia agito per ragioni politiche e voterò contro la proposta di negare l’autorizzazione a procedere contro di lui”, conclude Emma Bonino.

LEGGI ANCHE –>Di Maio e la questione migranti: “Conte la risolva o sarà un assist a Salvini”

LEGGI ANCHE –> Fuga di massa di migranti da Porto Empedocle, struttura in tilt