Il tumore al cervello non lascia scampo a Simona Castiglione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:00

Addio all’insegnante Simona Castiglione. Il tumore al cervello la uccide in un anno, aveva 51 anni. Da anni viveva a Padova, dove ha animato la scena culturale e letteraria nell’ultimo decennio

foto web

É mancata a soli 51 anni Simona Castiglione, scrittrice, docente di lettere all’istituto Leonardo Da Vinci e insegnante di scrittura creativa. In meno di un anno un rapido e fatale tumore al cervello l’ha strappata ai suoi cari. Nata a Catania, laureata in lettere a Perugia, da anni viveva a Padova, dove ha animato la scena culturale e letteraria nell’ultimo decennio.

Nel 2010 – come riportato dal Gazzettino – ha esordito con la raccolta di racconti La mente e le rose (Transeuropa); da allora ha pubblicato i romanzi Sottobosco per Ratio et Revelatio (2014), uscito anche in traduzione rumena, e L’età del ferro per Morellini Editore (2017). «Potrei dire che la passione per la scrittura è nata con me queste le parole di Simona, rilasciate in un’intervista di qualche anno fa – non ho un solo ricordo d’infanzia (e ti assicuro che ho una memoria da elefante) che non sia legato alla contemplazione di qualcosa di bello e che mi emozionava, dal viso fresco ed elegante di mia madre, al verde cupo e profondo del mare alla facciata di una chiesetta barocca del paese dove viveva mia nonna, Mascalucia.

Il cordoglio sui social e la valanga di messaggi

Simona Castiglione ha vissuto a Catania fino all’età di otto anni. Poi il lavoro del padre ha costretto la famiglia a continui trasferimenti lungo l’intera penisola. L’amore e il lavoro hanno poi portato Simona a stabilizzarsi in Veneto, prima a Venezia, poi a Padova. È stata insegnante di scrittura creativa a Padova, sia per gli adulti che per i liceali, e mentore di vari autori esordienti e non, oltre che infaticabile organizzatrice di eventi culturali sulla scrittura. Nelle ultime ore sono fioccati i messaggi di cordoglio e saluto lasciati da amici, colleghi ed ex allievi nel profilo Facebook della donna. Alcuni, strazianti, riportano alla mente di chi la conosceva ricordi di lavoro e di vita.

Leggi anche –> Bruno è morto a 23 anni, la madre:”Si è ucciso dando testate al muro, perché nessuno lo ha bloccato?”

Leggi anche –> Processo Open Arms, Salvini non si potrà più candidare? I possibili scenari

Simona Castiglione lascia anche diversi racconti per antologie (Madre-Morte, Transeuropa; L’occasione, La morte nuda, L’amore ai tempi dell’Apocalisse per Galaad Edizioni; Serenate al chiaro di luna per edizioni Mazza; Storie di martiri, ruffiani e giocatori per CaratteriMobili, Père Lachaise: racconti dalle tombe di Parigi per Ratio et Revelatio, Siria – Scatti con parole per Miraggi edizioni, Sicilia d’autore, Morellini). E il romanzo cooperativo Lavoricidi Italiani (Miraggi edizioni).