Home Cronaca TikTok, la società proprietaria tratta la cessione a Microsoft

TikTok, la società proprietaria tratta la cessione a Microsoft

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:36
CONDIVIDI

ByteDance, società che detiene la proprietà di TikTok, si è detta d’accordo a cedere le proprie quote. Nella giornata odierna, il presidente americano Trump si era detto contrario all’uso dell’applicazione negli Stati Uniti.

tiktok

Potrebbe essere arrivata la svolta più attesa nella trattativa per la cessione di TikTok. Nelle scorse ore, il presidente americano Donald Trump aveva fatto capire di essere pronto a bandire l’utilizzo del social network nel suo Paese. Il motivo era legato sempre ai problemi diplomatici con la Cina. Secondo il titolare della Casa Bianca, infatti, l’applicazione non è altro che uno strumento nelle mani del Governo di Pechino, per spiare gli americani. Ma al più presto potrebbe accadere ciò che anche lo stesso Trump, in cuor suo, si augura. Ovvero l’approdo del marchio TikTok negli Stati Uniti.

L’indiscrezione arriva direttamente dall’agenzia Reuters, che parla della trattativa in corso per la cessione delle quote. La società cinese che le detiene, ByteDance, ha fatto sapere di essere favorevole alla cessione di Tiktok nelle mani degli Stati Uniti. In particolare sarebbe Microsoft l’azienda deputata a gestire il social network sul piano dei contenuti e della tecnologia. Ma in ogni caso, sarebbe il Governo degli Stati Uniti a detenere la gestione ufficiale di TikTok, esattamente come Donald Trump ha fatto sapere di desiderare.

La cinese ByteDance è pronta a cedere – meteoweek.com

La mossa da parte dell’azienda con sede a Pechino non è altro che una conseguenza delle dichiarazioni rilasciate dal presidente americano. Trump aveva fatto capire di voler bandire TikTok negli Stati Uniti, e proprio quello a stelle e strisce è un mercato assai florido per ByteDance. Tanto che in un primo momento, l’azienda cinese aveva provato a restare all’interno della società, mantenendo una quota di minoranza. Tuttavia questa opzione è stata esclusa categoricamente dal Governo degli Stati Uniti, che sta conducendo la trattativa per il passaggio di proprietà.

Leggi anche -> Ponte di Genova, lunedì si inaugura: ci saranno Conte e Mattarella

Leggi anche -> Migranti, arrivate altre 250 persone: l’hotspot di Lampedusa sta scoppiando

La trattativa dunque prosegue, ovviamente con la presenza di Microsoft che da tempo sta cercando di acquisire le quote di TikTok. In ogni caso, il coinvolgimento della società di Palo Alto sarebbe legato solo all’aspetto della protezione dei dati degli utenti. Non ci sarebbe alcuna partecipazione sul piano delle quote, visto che queste sarebbero gestite interamente dal Governo americano. Anche se nelle ultime ore si è fatta strada la possibilità che un altro gruppo, anch’esso statunitense, potrebbe essere coinvolto nell’acquisizione delle quote di TikTok.