Home Cronaca Dipendente Rfi rifiuta la mascherina e sferra un pugno ad un agente...

Dipendente Rfi rifiuta la mascherina e sferra un pugno ad un agente Polfer

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:20
CONDIVIDI

Un dipendente di Rfi (Rete ferroviaria italiana) si è rifiutato di indossare la mascherina sul treno Mestre-Venezia in partenza alle 10,40. Un volta intervenuta una pattuglia sul posto, l’uomo ha sferrato un pugno ad un agente che si è recato in ospedale.

Prima il richiamo del capotreno, poi la rissa. Il dipendente di Rfi dopo essersi rifiutato di indossare la mascherina, come impongono le norme anti-covid, ha cominciato una pesante discussione con il capostazione della città di Mestre. Toni della voce alti, e già qualche spinta di troppo, così che è stato necessario l’intervento di una pattuglia della Polfer. Una volta sul posto, il dipendente e “collega” del capotreno, visibilmente alterato, ha sferrato un pugno sul volto ad uno degli agenti intervenuti. L’uomo è stato denunciato e l’agente Polfer si è recato in ospedale più vicino per farsi medicare.

Leggi anche -> Coronavirus, focolaio in un resort per nudisti: contagiate oltre 100 persone

Rissa sul vaporetto: si rifiuta di indossare la mascherina

Molti gli episodi di risse avvenute per la negligenza di alcuni cittadini nei confronti delle norme che impongono la mascherina nei luoghi affollati. Qualche giorno fa alla fermata del vaporetto di San Zaccaria, a pochi passi da piazza San Marco a Venezia, è scoppiata una rissa proprio all’ingresso del mezzo pubblico, nel momento in cui il motoscafo si accosta all’approdo. Al centro dello scontro un giovane turista tedesco che continuava a prendere in giro i marinai Actv che gli chiedevano di coprirsi naso e bocca con la mascherina. Il ragazzo ha continuato ad abbassarsi la mascherina nonostante i continui richiami e a ridere del personale specializzato. Un comportamento che ha ovviamente indispettito i lavoratori Actv, ma anche alcuni passeggeri che sono intervenuti per riprendere il comportamento dell’uomo. Quando il ragazzo ha allungato la gamba per salire in vaporetto si è trovato di fronte un altro viaggiatore che gli ha intimato di restare a terra. In un istante è scoppiata la rissa: il marinaio ha bloccato il turista, che però ha continuato nel suo tentativo di lanciarsi dentro il mezzo pubblico, mentre altri viaggiatori lo spingevano fuori; tra spintoni e insulti, in tre hanno dovuto trattenere l’uomo che insisteva nel voler salire sul mezzo. Alla fine il vaporetto è ripartito senza il turista.

Leggi anche -> Ministro Speranza: “No a misura estrema del lockdown totale”