Home Gossip Romina Power la malattia mai confessata : “E’ successo dopo il viaggio...

Romina Power la malattia mai confessata : “E’ successo dopo il viaggio in Iran”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:37
CONDIVIDI

Romina Power ha sempre parlato della sua vita a tutto spiano, decidendo cosa tenere per sé e quali racconti da donare ai fan.

Romina Power la malattia
Romina Power – meteoweek

Non a caso, durante la nuova lunga intervista rilasciata a TV Sorrisi e Canzoni, Romina Power ha deciso di raccontare un qualcosa di molto delicato che riguardi un episodio verificatosi nel 1969 quando il successo l’aveva travolta con Acqua e mare, un momento in cui tutti a quanto pare cercavano di raggiungerla ma il suo stato di salute.

In pochi, dunque, erano a conoscenza del fatto che Romina Power avesse fatto un viaggio in Iran e che il ritorno non sia stato poi così sereno. Ecco di cosa si tratta.

Romina Power il viaggio in Iran

Durante la sua vita, Romina Power ha sempre girato in lungo e in largo il mondo per poter godere delle bellezze che questo ha da far vedere all’uomo.

Romina Power la malattia
Romina Power – meteoweek

Ancora molto giovane, Romina, aveva avuto modo di visitare molti paesi tra cui l’Iran nel 1969 quando in Italia il successo per Acqua di mare l’aveva letteralmente travolta. Peccato però che al rientro dal suo viaggio, Romina Power non riuscire a godere al meglio di quel momento di gioia per via delle sue condizioni di salute.

“Mi arrivavano gli echi dalla finestra”

Romina Power ha deciso di raccontare il modo in cui ha vissuto il successo di Acqua di mare in occasione di una nuova intervista rilascia a TV Sorrisi e Canzoni. Un momento magico della sua carriera ma che lei ha potuto sentire solo da lontano.

Romina Power la malattia
Romina Power – meteoweek

Leggi Anche -> Romina Power chiede aiuto sul web | Paura per l’ex moglie di Albano

Leggi Anche -> Romina Power torna alle Tenute di Albano | Nessuna pace tra gli ex? | Video

L’ex moglie di Albano Carrisi al settimanale ha dichiarato: “Gioia? Ho passato l’estate del 1969 a letto. Avevo preso l’epatite virale dopo un viaggio in Iran. Mi arrivavano gli echi del successo, ma dalla mia finestra, a Roma, vedevo solo un cortile fiorito, scrivevo poesie e componevo canzoni alla chitarra”.