Briatore dimesso dal San Raffaele: proseguirà l’isolamento a casa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:24

Flavio Briatore è pronto a lasciare il San Raffaele di Milano, struttura presso la quale è ricoverato da lunedì. Nel frattempo è caccia ai clienti del Billionaire: sono oltre 3mila i clienti da rintracciare per i tamponi.

Briatore dimesso dal San Raffaele
domani dimesso – il selfie di Briatore dal San Raffaele di Milano

Risultato positivo al Covid-19, Flavio Briatore è in via di dimissioni. Da domani, infatti, il patron del del Billionaire lascerà il San Raffaele, dove è ricoverato da lunedì scorso, e proseguirà il periodo di quarantena presso la sua abitazione. A comunicare la notizia è stata la stessa struttura ospedaliera milanese. “L’IRCCS Ospedale San Raffaele rende noto che domani mattina sono previste le dimissioni del signor Flavio Briatore. Le condizioni cliniche generali consentono al paziente di continuare la terapia in isolamento domiciliare, come previsto in caso di positività al Coronavirus SARS-Cov-2″, si legge infatti in una nota ufficiale.

Dimesso dall’ospedale, Flavio Briatore finisce in quarantena

Sono ricoverato in una stanza da solo. Non prendo ossigeno e tanto meno sono intubato. Mi sento bene. Non ho nulla di speciale. La temperatura è a posto, respiro bene e sono pure riuscito a lavorare. Anche se mi auguro di uscire presto“. Queste le parole che Flavio Briatore ha rilasciato ai giornalisti che lo hanno intervistato per La Stampa. Sollevato per il fatto che suo figlio Falco, di appena 10 anni, è risultato invece negativo al test, il miliardario ha poi cercato di spiegare la situazione del suo locale a Porto Cervo.

Billionaire Briatore
foto di archivio (via web)

Al Billionaire abbiamo sempre rispettato le regole, facendo entrare il giusto numero di persone. Ma vedendo come andavano le serate non bastava contingentare gli ingressi e predicare il distanziamento: non ci può fare nulla nessuno se fai entrare 100 persone in mille metri quadri e loro stanno tutte appiccicate“, ha dunque sottolineato al giornale.

Polemiche contro il magnate e la gestione del Billionaire

Ma proprio a seguito dei focolai registrati nel Billionaire, e soprattutto con il sopraggiungere della notizia riguardante le condizioni di salute di un suo dipendente – finito intubato in terapia intensiva a causa del Covid – sono diverse le accuse e le polemiche che si sono sollevate nei confronti della gestione del club e delle stesse dichiarazioni di Flavio Briatore.

LEGGI ANCHE: Protezione Civile, ipotesi aerei e navi dedicati per rientro turisti e lavoratori positivi dalla Sardegna

LEGGI ANCHE: Detenuto morto in cella nel carcere di Sassari: è giallo, indaga la Procura

A sollevarsi violentemente contro di lui è stato soprattutto il giornalista Andrea Scanzi, che ha parlato di negligenza e di pericolosa leggerezza. In particolare, dopo l’aumento a 63 dei casi di contagio nati all’interno del Billionaire, Scanzi ha ribadito come Briatore sia stato “in questi mesi e in queste settimane una delle espressioni peggiori del negazionismo affidato al Covid. Quando penso al negazionismo pericoloso e veicolatore di brutti messaggi penso a persone come lui, penso alla Santanché, penso a Sgarbi e a tutti quelli che si sono trovati al Senato il 27 luglio”.