Dati shock in Campania sul reddito di cittadinanza

Secondo i dati Inps incrociati con i numeri Anpal, in Campania sarebbero migliaia ad intascare l’assegno di sussistenza senza avere alcun impiego.

maglia nera alla Campania sui furbetti del reddito di cittadinanza

La Campania annovera il record italiano di titolari del sussidio in Italia del reddito di Cittadinanza: una moltitudine di persone intasca l’assegno più alto di tutto lo Stivale (importo medio 629 euro), senza vedere nemmeno l’ombra di un impiego. Meno del 3% tra i titolari del sussidio ha attualmente un’occupazione, un dato che sfiora il milione e che precede Sicilia (543mila) e Puglia (264mila). Il quadro che emerge dai dati Inps, incrociato con i numeri Anpal è la prova che la misura pensata dal governo per il reinserimento e l’inclusione sociale, si è di fatto trasformata in un mero sussidio anti-povertà: in Campania, al 7 luglio, sono state accolte 272mila domande su 365mila richiedenti e tra i 667mila titolari del sussidio, solo in 35mila hanno trovato un lavoro, per alcuni già interrotto. Tra i dati aggiornati ai primi di luglio, spicca Napoli con 140mila nuclei assegnatari, segue Caserta con 41.600 famiglie, Salerno con 29.700, Avellino con 10mila, Benevento con 6.800. Le regioni con il maggior numero di nuclei percettori sono quindi la Campania, la Sicilia e il Lazio. Campania in cima alla lista anche per la pensione di cittadinanza: sempre qui ventimila famiglie percepiscono il sussidio con un importo medio di 269 euro e non perde il podio nemmeno per il reddito di emergenza con 613 euro mensili in media erogati per i mesi di maggio e giugno in seguito alla pandemia.

LEGGI ANCHE –> Reddito di Cittadinanza, il più “ricco” è percepito a Napoli

LEGGI ANCHE –> Reddito di cittadinanza: prendevano il sussidio ma erano assunti a 1800 euro al mese