In coma etilico a 14 anni dopo la festa con gli amici: codice rosso all’ospedale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:10

Una notte frenetica con gli amici, i superalcolici in quantità e l’ambulanza alle 2 di notte. La giovane ragazza è stata trasportata in ospedale già in coma etilico con livelli di alcol nel sangue da record.

meteoweek.com

Un’intossicazione etilica che è costata molto ad una quattrordicenne che si trovava ad una festa con gli amici. E’ stata trasportata in codice rosso all’ospedale di Desio, dov’è tuttora ricoverata. Secondo le prime informazioni, tuttavia, pare che non sia in pericolo di vita. Una notte brava quella vissuta dalla ragazzina con alcuni coetanei. Superalcolici in quantità, musica alta e notte fonda. Il tutto, prima di dover telefonare al 118 per richiedere un intervento d’urgenza. E’ accaduto tra mercoledì e giovedì. L’allarme alla centrale dell’Areu, l’azienda regionale dell’emergenza urgenza, è arrivato verso le 2 della notte. Una telefonata che indicava la presenza in via Bologna, situata nelle immediate vicinanze delle piscine e del parco della Porada, di una ragazzina colta da malore. Gli amici si sono preoccupati dopo averla vista priva di sensi e hanno immediatamente telefonato.


LEGGI ANCHE 

La chiamata e l’ambulanza d’urgenza in piena notte

meteoweek.com

Sul posto sono arrivati i Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Seregno e l’automedica con l’ambulanza di Seregno Soccorso. E’ bastato un istante al personale medico per capire la causa del malore e la gravità della situazione: l’adolescente, attualmente residente a Meda, è stata trasportata in codice rosso all’ospedale di Desio e affidata alle mani dei medici. Preoccupante il responso dei test eseguiti nella struttura sanitaria: nel sua sangue la presenza di 2,94 grammi di alcol per litro. Adesso è fuori pericolo di vita ma la paura è stata grandissima, per lei e per la famiglia. Se fosse stata un adulto, tanto per dare un’idea molto chiara, si tratterebbe di un limite addirittura sei volte superiore a quanto consentito dalla legge per chi si mette alla guida.

LEGGI ANCHE -> De Luca: “In queste condizioni non è possibile aprire le scuole”. E sfida Salvini