Covid: il vaccino di Sanofi per forme gravi non ha fornito risultati positivi

 Il laboratorio francese Sanofi ha annunciato questa mattina che il test clinico internazionale di fase 3 denominato Kevzara, studiato per il trattamento di forme gravi di Covid-19, non ha fornito risultati positivi.

meteoweek.com

Il test di fase 3, cioè la tappa relativa a test di massa, «non ha raggiunto il criterio di valutazione principale né quello secondario nella comparazione con il placebo e, in entrambi i casi, al di là dei risultati con le cure ospedaliere abituali», ha affermato con dispiacere il gruppo francese Sanofi. Per ora, né la compagnia francese né il laboratorio americano Regeneron, che ha collaborato alla preparazione del farmaco lanciato nel 2017 per il trattamento dell’artrite reumatoide, stanno prendendo in considerazione lo svolgimento di nuovi studi clinici sul Kevzara nel trattamento del Covid-19.


LEGGI ANCHE – Bimba finisce in mare aperto sull’unicorno gonfiabile: salvata da un traghetto

LEGGI ANCHE – Aereo da turismo precipitato in Calabria: forse un malore del pilota all’origine dello schianto


Covid: in Russia il primo vaccino disponibile a Settembre

meteoweek.com

C’è invece chi si sta muovendo diversamente. La consegna di grandi lotti del vaccino russo contro il coronavirus inizierà a settembre. Lo ha detto il ministro della sanità russo Mikhail Murashko ai medici della regione di Irkutsk. “La consegna di grandi lotti del vaccino inizierà già a settembre. Si stanno formando gruppi di monitoraggio post-registrazione, più di 2.500 persone sono già state reclutate e il loro numero totale raggiungerà le 40.000 unità“. Altri tipi di vaccini sono ancora in fase di registrazione. L’augurio è quello di raggiungere le quantità massime nel periodo novembre-dicembre. “Sarà possibile vaccinarsi contro l’influenza e il nuovo coronavirus in tempi diversi”, ha sottolineato Murashko.