Vendevano droga sui social: “pubblicità” attraverso dei video

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:31

Pubblicizzavano le piazze di droga attraverso video diffusi sui social: smantellate due bande di trafficanti a Siracusa.

Droga in vendita sui social, attraverso una vera e propria “pubblicità” utilizzando dei video. Due bande di spacciatori, sgominati dalla squadra mobile e dai carabinieri di Siracusa, che hanno eseguito un’ordinanza emessa dal gip di Catania che ha portato all’arresto di 27 persone. Il reato contestato è associazione a delinquere dedita al traffico di stupefacenti ed estorsione, dopo una indagine della DDA etnea. L’inchiesta, denominata “Demetra”, ha scoperto l’attività di spaccio di due gruppi criminali dal 2016 al 2019 che avrebbero gestito due piazze: il gruppo della via Italia che opera nella città di Siracusa, come già emersa nell’ambito dell’operazione “Itaca” del 2012; e il gruppo della via Immordini, anch’esso dedito al traffico di stupefacenti.

LEGGI ANCHE -> Luca Cavazza, dalle proteste contro Bibbiano alle baby prostitute

LEGGI QUI -> Covid e influenza: come sarà il piano unico preparato dal Governo

Gli indagati hanno pubblicato alcuni video sui social network, che sono veri e propri spot pubblicitari della loro “piazza di spaccio” ed altri in cui si vantano dei lauti guadagni della loro attività. Alcuni fra gli indagati avevano anche la disponibilità di armi detenute illegalmente e avrebbero compiuto estorsioni aggravate dal metodo mafioso.Le indagini hanno permesso di acclarare il meccanismo utilizzato dai due gruppi per spacciare fosse ben avviato e capace di rigenerarsi anche a seguito dei numerosi arresti dei “pusher”, dicono gli inquirenti.