Home Gossip Rita Dalla Chiesa col cuore pieno di dolore | Ricordo è...

Rita Dalla Chiesa col cuore pieno di dolore | Ricordo è sempre vivo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:05
CONDIVIDI

Rita Dalla Chiesa ha ricordato il padre Carlo Alberto Dalla Chiesa, la moglie Emanuela Setti Carraro e l’agente di scorta Domenico Russo tramite un post su Instagram.

Rita Dalla Chiesa – Fonte: Facebook

Il ricordo di Rita Dalla Chiesa

Il 3 settembre del 1982 il Generale Carlo Alberto dalla Chiesa e la seconda moglie Emanuela Setti Carraro morirono nella strage di via Carini. Dodici giorni morì anche l’agente della scorta Domenico Russo. Rita dalla Chiesa ha voluti ricordarli su Instragram scrivendo: “Noi non dimentichiamo. E non molliamo. #3settembre1982 #emanuelasetticarraro #domenicorusso #papá”.

Di recente, inoltre, ha parlato del padre in un’intervista rilasciata a Fanpage e la conduttrice ha spiegato come racconterebbe il Generale Della Chiesa alle nuove generazioni. “C’era una volta un ragazzo che nella sua vita inseguiva la giustizia, gli ideali e il suo posto nel mondo, cercando di rimanere sempre coerente con i propri principi. Ha cominciato così il suo cammino nell’Arma dei Carabinieri. È diventato tenente giovanissimo, ha fatto la guerra, è stato partigiano in Montenegro. Per tutta la vita si è battuto proprio per l’amore nei confronti dello Stato”. Per poi aggiungere: “Non si è mai tirato indietro neanche quando gli hanno detto di andare a Palermo a fare il prefetto, dopo che aveva combattuto e vinto le Brigate Rosse. Un uomo, però, che non si è mai dimenticato di essere marito e padre”.

Fonte: Instagram

Le parole della conduttrice

Sempre nel corso della stessa intervista Rita Dalla Chiesa ha voluto ricordare il padre tra le mura domestiche. “Di certo non ce le faceva passare tutte. Avevamo regole e valori da cui non potevamo trasgredire. Però, era anche un papà molto tenero. Giocava con noi, ci faceva fare i compiti, cercava di insegnarmi la matematica perché io in quella materia sono una capra. Poi era innamoratissimo di mia madre. Loro si erano sposati il 29 luglio e ogni 29 del mese, le portava una rosa. Era un uomo molto sensibile. Poi era anche il Generale dalla Chiesa, ma noi non lo sapevamo. Per noi era nostro padre”.

LEGGI ANCHE –> Rita Dalla Chiesa, avete mai visto dove abita? Vista mozzafiato FOTO

LEGGI ANCHE –> Rita Dalla Chiesa, avete mai visto la figlia? Praticamente identiche [FOTO]

Per poi aggiungere: “No, non portava mai a casa le sue preoccupazioni, le minacce di morte. Ne parlava con mia madre, magari. Ma in separata sede, in camera da letto. Con noi assolutamente no e mia madre non si faceva sfuggire niente. Poi, crescendo anche noi abbiamo recepito dei segnali non proprio positivi dall’esterno”.

Rita Dalla Chiesa – Fonte: Facebook