Home Cronaca La rapina e la stupra, sotto choc la donna di 90 anni

La rapina e la stupra, sotto choc la donna di 90 anni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:12
CONDIVIDI

Probabilmente doveva solo essere una ‘semplice’ rapina ma si è trasformata in qualcosa di terribile per una donna di 90 anni

Rapina e stupra una 90enne

La donna è ancora sconvolta, come riportato da Il Giornale, l’orrore è avvenuto a Salsomaggiore Terme, in provincia di Parma, sabato 5 settembre. La 90enne si trovava nel suo giardino, ed il giovane ha approfittato della sua breve distrazione per entrare all’interno della casa e rubare. Forse, se la donna non fosse rientrata, si sarebbe tutto concluso con una rapina lampo, ma lei lo ha colto sul fatto, ha urlato spaventata e lui l’ha violentata. Uno stupro che è durato diversi minuti, e che ha attirato con le sue urla, il vicino di casa, che è giunto in soccorso della povera vittima e l’ha trovata a terra, mentre il suo aggressore, un 17enne di origine marocchina, si stava dando alla fuga. Il vicino è riuscito a scorgere il ragazzo e a scattargli una foto, prima di chiamare il 112.


LEGGI ANCHE:


La caccia all’uomo

Sul posto i carabinieri della compagnia di Salsomaggiore, che grazie alla foto del ragazzo di schiena, mentre fuggiva, riescono a riconoscere il colpevole. In una città tanto piccola e con una manciata di persone attenzionate dalle forze dell’ordine, non hanno impiegato molto. Si sono quindi diretti a casa del 17enne ma non lo hanno trovato. Dalle celle telefoniche risultava comunque che il 17enne fosse ancora in città e gli investigatori continuano dunque la loro ricerca spostandosi tra i vari amici e conoscenti dell’indagato.

Rapina e stupra una 90enne
Immagine di repertorio

Il fermo e l’interrogatorio

Il ragazzo viene trovato il girono dopo insieme ad alcuni amici, estranei ai fatti. I carabinieri lo sottopongono a fermo come indiziato di reato. Le accuse sono violenza sessuale e tentata rapina aggravata. In caserma il 17enne prima prova a negare i fatti, poi inizia a fare qualche ammissione parziale confessando il furto ma non lo stupro. Infine cede e ammette le sue responsabilità. Tra gli indizi dei militari vi è una bicicletta abbandonata sul cui manubrio vengono trovate le impronte dell’aggressore e poi c’è quella foto scattata dal testimone. Quando i carabinieri lo fermano, il 17enne ha ancora addosso gli stessi abiti con cui ha stuprato la 90enne.

Il giovane è stato condotto al centro di permanenza di Bologna. Il 9 settembre si è svolta l’udienza e, secondo quanto risulta al Giornale.it, l’arresto è stato già convalidato. È
del 2002, per pochi mesi ancora minorenne, ha precedenti per reati contro il patrimonio e ora si trova al carcere minorile del Pratello a Bologna. La vittima, invece, è ancora sconvolta, in ospedale dopo la violenza, faticava a parlare e a raccontare quanto le era successo.