È stata una delle prime veline: ecco oggi Fanny Cadeo a 50 anni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:36

Fanny Cadeo è un pezzo di storia della televisione italiane e di lei oggi si sono perse le tracce. Ma molti anni fa è stata la donna più ambita d’Italia.

Fanny Cadeo bomba sexy anni ’90 

Ha fatto sognare milioni di italiani nella prima parte degli anni ’90, quando giovanissima debutta come velina all’interno del programma ideato da Antonio Ricci, Striscia La Notizia. Fanny Cadeo, all’anagrafe Stefania Cadeo di strada ne ha fatta tanta. Se nei primi anni ’90 è stata la donna più desiderata della televisione, complice una bellezza mozzafiato, uno sguardo penetrante, e un corpo esplosivo, Fanny Cadeo ha lavorato moltissimo. Tanta gavetta, tanta televisione (anche al fianco di icone come Raffaella Carrà), molto cinema e tantissimo teatro. Oggi Fanny compie 50 anni ed è più bella che mai come testimoniano le foto che posta su Instagram. L’ex velina dopo l’esperienza nel tg satirico di Antonio Ricci è diventata una validissima attrice, ma la più grande soddisfazione è stata la nascita della figlia Carol.

Leggi anche -> Roberta Di Padua conoscenza non programmata | Colpo di fulmine a Uomini e Donne

Leggi anche -> Gemma Galgani allunga la mano | Nicola e il rifiuto inaspettato

Una splendida 50 enne 

La bellissima Stefania Cadeo ha compito pochi giorni fa, 50 anni. Abbiamo potuto ammirare le sue stories Instagram e i tanti tributi offerti, e abbiamo potuto constatare che il tempo si è letteralmente fermato. Fanny, anche testimoniato dalle stories Instagram, ha molte amiche nel mondo dello spettacolo, da Claudia Gerini a Michele Miconi, da Monica Setta a Stefania Orlando e Nadia Rinaldi e soprattutto, Jane Alexander. Tutti hanno omaggiato l’artista, oggi più in forma che mai.

In quest’ultimo periodo la Cadeo si è sempre data da fare: l’abbiamo vista protagonista di soap come “Un posto al sole” e “La squadra”. E a proposito di Striscia che l’ha lanciata in una intervista ha sottolineato: “Non avevo ben chiaro cosa avrei fatto da grande. Striscia mi ha permesso di chiarirmi le idee. Il mio ricordo non può quindi che essere estremamente positivo”.