Le discepole di Gesù | Il Vangelo di oggi Venerdì 18 settembre 2020

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:41

Oggi il Vangelo ci parla delle discepole di Gesù. Chi erano? Non si sa molto su di loro, ma di certo avevano scoperto una cosa semplice: aver bisogno di essere salvate, per poter contribuire al progetto di salvezza di Gesù.

discepole Gesù
Le discepole di Gesù | Il Vangelo del giorno – meteoweek.com

Queste donne, inizialmente bisognose di Gesù, sia perché le liberasse dai loro mali e dai loro peccati, saranno poi molto importanti, sempre nel nascondimento, nell’apostolato di Gesù. Cosa significa tutto ciò? Scopriamo chi erano le discepole di Gesù.

LITURGIA DELLA PAROLA – Venerdì 18 Settembre 2020

S. Giuseppe da Copertino; S. Eustorgio; S. Arianna
24.a del Tempo Ordinario
Ci sazieremo, Signore, contemplando il tuo volto
1Cor 15,12-20; Sal 16; Lc 8,1-3

PRIMA LETTURA

Se Cristo non è risorto vana è la vostra fede.
Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corinzi 1Cor 15,12-20
Fratelli, se si annuncia che Cristo è risorto dai morti, come possono dire alcuni tra voi che non vi è risurrezione dei morti? Se non vi è risurrezione dei morti, neanche Cristo è risorto! Ma se Cristo non è risorto, vuota allora è la nostra predicazione, vuota anche la vostra fede. Noi, poi, risultiamo falsi testimoni di Dio, perché contro Dio abbiamo testimoniato che egli ha risuscitato il Cristo mentre di fatto non lo ha risuscitato, se è vero che i morti non risorgono. Se infatti i morti non risorgono, neanche Cristo è risorto; ma se Cristo non è risorto, vana è la vostra fede e voi siete ancora nei vostri peccati. Perciò anche quelli che sono morti in Cristo sono perduti. Se noi abbiamo avuto speranza in Cristo soltanto per questa vita, siamo da commiserare più di tutti gli uomini. Ora, invece, Cristo è risorto dai morti, primizia di coloro che sono morti.
Parola di Dio.

SALMO RESPONSORIALE (Dal Salmo 16)

R: Ci sazieremo, Signore, contemplando il tuo volto.
Ascolta, Signore, la mia giusta causa,
sii attento al mio grido.
Porgi l’orecchio alla mia preghiera:
sulle mie labbra non c’è inganno. R.

Io t’invoco poiché tu mi rispondi, o Dio;
tendi a me l’orecchio, ascolta le mie parole,
mostrami i prodigi della tua misericordia,
tu che salvi dai nemici chi si affida alla tua destra. R.

Custodiscimi come pupilla degli occhi,
all’ombra delle tue ali nascondimi.
Ma io nella giustizia contemplerò il tuo volto,
al risveglio mi sazierò della tua immagine. R.

IL VANGELO DI OGGI – Venerdì 18 Settembre 2020

C’erano con lui i Dodici e alcune donne che li servivano con i loro beni.
+ Dal Vangelo secondo Luca 8,1-3
In quel tempo, Gesù se ne andava per città e villaggi, predicando e annunciando la buona notizia del regno di Dio. C’erano con lui i Dodici e alcune donne che erano state guarite da spiriti cattivi e da infermità: Maria, chiamata Maddalena, dalla quale erano usciti sette demòni; Giovanna, moglie di Cuza, amministratore di Erode; Susanna e molte altre, che li servivano con i loro beni.
Parola del Signore.

COMMENTO AL VANGELO DEL GIORNO – Le discepole di Gesù

Non tutti forse sanno che, oltre ai 12 apostoli, Gesù aveva anche delle discepole. Queste donne, nel nascondimento, provvedevano a contribuire all’apostolato di Gesù e dei suoi. Erano delle donne da cui Gesù aveva scacciato demoni e guarito delle infermità.

E’ scritto, ad esempio, che dalla Maddalena furono scacciati ben 7 demoni, che saranno poi associati in qualche modo con sette peccati capitali: superbia, invidia, avarizia, ira, lussuria, accidia, gola.

Per quanto peccati e demoni non sono la stessa cosa, ogni spirito del male suscita un peccato particolare nel povero sventurato che si trova ad esserne preda. E come si può fare per sconfiggere tutto questo male?

Con la preghiera, con le rinunce a ciò che ci allontana da Dio, ma soprattutto, con il suo intervento. Senza il suo intervento, ogni sforzo umano contro il male è pressoché nullo. Noi abbiamo sempre bisogno di Gesù, della sua protezione, della sua benedizione. Chiedergli di vegliare su di noi è quanto di più bello possiamo chiedergli per trasmettergli la nostra fiducia in Lui.

LEGGI ANCHE >> Il perdono, la strada che porta a Dio | Il Vangelo di oggi 17 Settembre 2020

Di queste donne, eccetto della Maddalena, si parla pochissimo nel Vangelo, ma di certo erano donne che vedevano in Gesù la Via, la Verità, e la Vita, e lo amavano a questo modo, seguendolo ovunque egli andasse. Erano donne semplici, umili, ma di grande Sapienza, perché avevano riconosciuto in Gesù quella verità che non delude. Non si vergognavano di questa loro scelta, non seguivano le mode: seguivano piuttosto profondamente il loro cuore. Ci guadagnavano qualcosa?

No, addirittura servivano Gesù e gli apostoli con i loro averi.

Chi è la donna oggi? E chi è la donna che sceglie Gesù? La differenza è una: la donna che sceglie Gesù è una donna bisognosa, bisognosa di verità, di guarire, di essere liberata dalle cattive abitudini, di essere salvata!

La donna oggi è forse invece tante volte la soluzione ai problemi, la tuttofare, colei che salva. Niente da dire, la donna è entrambe le cose! Da non dimenticare però, che per salvare, bisogna prima essere salvati!