Germania: record di contagi nelle ultime 24 ore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:37

L’Europa si prepara ad una seconda ondata di contagi, che di fatto è già in corso, con misure ancora più stringenti. L’Oms invita a guardare al “modello Svezia”, in tema di sostenibilità e coinvolgimento dei cittadini.

boom di contagi in germania. abbattuto il tetto dei 2000 positivi
raddoppiano i test covid fatti in Germania. meteoweek.com

La Germania ha registrato un nuovo record di contagiati covid dallo scorso 24 aprile: sono ben 2.297 le nuove infezioni secondo l’istituto di sorveglianza epidemiologica Robert Koch, registrando così il più alto numero giornaliero di nuovi casi di Coronavirus. A fronte di ciò, va ricordato che il Paese esegue circa il doppio dei test a settimana rispetto da aprile, dunque un milione rispetto ai 500.000 di cinque mesi fa. Dall’inizio della pandemia, sono risultate positive circa 270.070 persone in Germania e i Laender più colpiti sono risultati il Nord Reno-Westfalia e la Baviera. Sono 6, sempre nelle 24 ore, i decessi registrati, per un totale di 9384. I guariti, sempre stando al conteggio del Koch Institut, sono 239 mila. Il livello più alto di contagi giornalieri era stato registrato tra la fine di marzo e l’inizio di aprile, con circa 6000 infezioni. In agosto solo una volta si era tornati a superare i 2000 contagi.

LEGGI ANCHE – Coronavirus: la Germania registra oltre 2000 casi in un solo giorno

Lo spettro di un nuovo lockdown per l’Europa

Nell’ultima settimana i casi di Coronavirus sono cresciuti esponenzialmente in praticamente tutti i Paesi del Vecchio Continente e la tanto temuta “seconda ondata” del virus sembra essere inevitabile. Oltre alla Germania che oggi segna il suo record di contagi, abbattendo il tetto dei 2000 nuovi infettati, anche in Francia i contagi e i decessi (balzati a 13.215 e 123, record di questa fase) sono tripli rispetto alla Gran Bretagna. La Spagna è stata costretta ad annunciare un nuovo giro di vite persino nella capitale Madrid. Preoccupano anche la Repubblica Ceca, la Danimarca, l’Olanda. A fronte di questa nuova ondata di contagi ed incalzati dall’Oms, la stragrande maggioranza dei Paesi europei sta intervenendo con provvedimenti sempre più restrittivi delle libertà di movimento.

LEGGI ANCHE – Allarme a La Spezia: numero di positivi più alto di quello registrato nel picco di marzo

E non va meglio oltre i confini europei: sono oltre 951mila i morti in tutto il mondo e più di di 30,5 milioni di casi confermati. Secondo gli ultimi dati della John Hopkins University sono stati altri 230.884 i contagi mondiali nelle ultime 24 ore. Il Brasile sale a 4,4 milioni di contagi, secondo soltanto a Usa (6,7) e India (5,3).